sabato, 21 settembre 2019

‘Shuttle Rimini – Bologna Airport’ cresce e si trasforma in ‘Shuttle Italy Airport’

È nato tre anni fa con il nome ‘Shuttle Rimini – Bologna Airport’, per collegare la città cuore delle riviere di Romagna e l’hub felsineo. Dal 10 giugno il nuovo modello di mobilità su gomma creato da Vip Srl cresce e assume il nuovo marchio ‘Shuttle Italy Airport’. Inaugura, infatti, la nuova linea che collega il terminal di ‘Venice Airport’, con 5 coppie di corse quotidiana di a/r, operative tutto l’anno, tra lo scalo aeroportuale veneziano, quello felsineo del ‘Gugliemo Marconi’ e la Romagna. Fermata intermedia, solo on demand, a Padova.

Arriva in rete il nuovo portale web www.shutlleitalyairport.it dove ogni passeggero potrà acquistare i biglietti riferiti al percorso di viaggio da lui scelto.

Il nuovo progetto mette in connessione destinazioni e territori turistici di valore mondiale. Offre la possibilità di arrivi e/o partenze per viaggiatori, nazionali e internazionali, in movimento sull’asse Venezia, Bologna, costa adriatica, aprendo un nuovo percorso di incoming turistico, da e per il Veneto, verso riviera e entroterra di Romagna, Montefeltro, città d’arte quali, Ravenna, Urbino e Firenze. I veicoli di ‘Shuttle Italy Airport’, oltre 35 località tra Emilia Romagna, Veneto, Marche e Toscano raggiunte, percorrono quasi 2 milioni di km l’anno e ogni 12 mesi trasportano oltre centomila passeggeri. Grazie alla collaborazione con vettori territoriali privati o le Cooperative Taxi (Ravenna, Cesena, Rimini, Pesaro, Urbino), offrono un reale servizio ‘porta a porta’ per turisti e viaggiatori. Prenotando online, è possibile raggiungere una delle fermate delle linee ‘Shuttle’ partendo dal portone di casa o dell’hotel, utilizzando mini van o auto pubbliche. Si viaggia, quindi, in un’unica soluzione di continuità tra punto di partenza e d’arrivo del proprio itinerario.

“Con i nuovi arrivi e partenze dal ‘Marco Polo’ il nostro servizio fa un ulteriore salto imprenditoriale e dimensionale. Oggi i bus vivono una seconda giovinezza, sono comodi, veloci, economici e diminuiscono il traffico d’auto private. Ti consentono di partire e arrivare da casa, con il servizio door to door – spiega Roberto Benedettini, amministratore unico Vip Srl – tre anni fa avevamo identificato un’esigenza di mobilità e connessioni diversa dal passato e richiesta da ogni tipologia di viaggiatore. I risultati ci dicono che gli shuttle sono in grado di rispondere a questa domanda. Inoltre, la crescita costante degli hub aeroportuali che serviamo, li fa diventare snodi centrali di tutto il sistema e delle infrastrutture di mobilità, di cui i nostri bus diventano un anello e un’integrazione importante”.

News Correlate