mercoledì, 21 agosto 2019

City tax, no secco di Rimini

Il comune promette a turisti e TO tedeschi: “Noi non l’applicheremo mai”

"Amici tedeschi, tranquilli, nella Riviera di Rimini la tassa di soggiorno non l'applicheremo mai". Il messaggio, che arriva da Andrea Gnassi, assessore al turismo della Provincia di Rimini, e Maurizio Melucci, vice sindaco con delega al turismo del Comune, è rivolto a turisti e tour operator tedeschi che appaiono allarmati, secondo notizie di stampa, per la novità contenuta nella Finanziaria 2007. "Su questo punto – dichiarano in una nota congiunta Gnassi e Melucci – i tour operator tedeschi e tutti i loro colleghi europei possono stare tranquilli. Nelle località di Riviera di Rimini i turisti non troveranno mai, ribadiamo mai, la sgradita sorpresa della tassa di soggiorno". Anzi i due assessori, sottolineando che quello tedesco rimane per la Riviera il mercato europeo di riferimento, si dicono pronti a rilanciare l’arrivo dei tedeschi con nuove iniziative. "Altro che tassa di soggiorno – affermano Gnassi e Melucci – Noi daremo il benvenuto per un soggiorno migliore. Se qualcuno vuole fare pagare l'ingresso, noi al contrario stiamo già preparando nuove offerte all inclusive – volo, pernottamento e altri servizi – che abbatteranno ulteriormente i costi ed eleveranno la qualità del soggiorno in Riviera di Rimini".

News Correlate