Tolmezzo, iniziato corso operatore albergo diffuso

Organizzato da Agemont, Turismo fvg e Direzione risorse agricole

Ha preso il via, a Tolmezzo, presso la sede del Cefap (Centro per l’Educazione e la Formazione Agricola Permanente), il corso base di operatore per albergo diffuso: il progetto promosso da Agemont, Agenzia per lo Sviluppo Economico della Montagna, in collaborazione con Turismo Fvg, Direzione Centrale per le Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna della regione Friuli Venezia Giulia e Alberghi Diffusi Fvg. Il corso, della durata di 510 ore, 280 delle quali svolte sotto forma di stage presso un albergo diffuso della regione, è stato finanziato dall’Unione Europea, dal Fondo Sociale Europeo, dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Obiettivo del percorso didattico è quello di formare addetti al ricevimento per albergo diffuso, operatori capaci di accogliere e soddisfare le esigenze del turista che opta per questa nuova realtà ricettiva. “L’albergo diffuso – afferma Alberto Felice De Toni, presidente di Agemont – è una forma di accoglienza di rilevante attrattiva, che presenta molti vantaggi, sia per la comunità di riferimento sia per il turista, nel rispetto del patrimonio artistico e culturale dei centri interessati”. Il corso, strutturato in moduli suddivisi per argomento, prevede la trattazione di varie tematiche, legate sia alla conoscenza e alla promozione del territorio in relazione alla specificità dell’albergo diffuso, sia alla gestione del front e del back office, con un approfondimento nell’applicazione del piano di avvio e di sviluppo aziendale. Alcune lezioni verteranno sul tema della sicurezza e della salute sul lavoro, e su un corretto accesso alla rete al fine di reperire informazioni. A chiusura del ciclo delle lezioni è previsto il rilascio di un attestato di qualifica di primo livello, che consente di operare nel fulcro dell’albergo diffuso, struttura adibita a reception, dove il turista accolto accede alle informazioni relative al territorio circostante e all’alloggio assegnato, recuperato nelle strutture locali adibite a tale scopo.

News Correlate