martedì, 19 novembre 2019

Anche il Friuli si muove verso introduzione della tassa di soggiorno

La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato il regolamento per l’avvio della tassa di soggiorno nei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti, nei Comuni turistici e nelle Unioni territoriali intercomunali, per i Comuni che ne faranno richiesta.

Il provvedimento è stato proposto da Sergio Bolzonello, vicepresidente regionale,d’intesa con Paolo Panontin, assessore alle Autonomie locali.
Il gettito è destinato al finanziamento di investimenti, servizi e interventi di promozione dell’offerta turistica. I Comuni saranno tenuti a sentire le associazioni rappresentative dei titolari delle strutture ricettive e l’agenzia regionale PromoTurismoFVG, che si esprimerà tenendo conto anche del piano regionale del Turismo.
Nel caso in cui il gettito previsto sia superiore a 50.000 euro annui, sarà necessario stabilire un’intesa tra questi soggetti sulle modalità di collaborazione, il dettaglio delle iniziative da finanziare con le risorse e la loro realizzazione. Le entrate finanzieranno nella misura minima del 35% investimenti per migliorare l’offerta turistica e sempre per il 35% servizi e interventi di promozione dell’offerta turistica dei territori.

News Correlate