mercoledì, 20 marzo 2019

Ecco l’Alta Via del Carso

Un itineario diverso che tocca tutti gli ambienti tipici della zona

L’Alta Via del Carso, indicata con il segnavia Cai numero 3, prende il via dal paese di Jamiano, in provincia di Gorizia, e si conclude a Pese, a due passi dal confine sloveno. E' un percorso che si può dividere in più tappe, prevedendo un pernottamento in una delle tipiche locande carsiche. Un itinerario poco frequentato che abbraccia tutti gli ambienti tipici della zona, a partire dalla landa pietrosa di Jamiano, ex regia e imperiale stazione di posta austriaca sulla strada del Vallone di Gorizia e teatro degli scontri delle battaglie dell’Isonzo, come testimonia la collezione privata di divise storiche della Prima Guerra Mondiale Zenobi di Roberto Todero, visitabile a Caresana (Trieste). Il secondo tratto (da Malchina a Sales sino a Zolla) è un territorio collinare in cui impera ormai la coltivazione della vite, ove s’impone una sosta in una osmiza (taverne degli agricoltori che offrono affettati e vino per alcune settimane all’anno) per rifocillarsi con un bicchiere di vino Terrano e un assaggio di pancetta calda distesa su una fetta di pane casereccio. L’itinerario può prevedere anche la visita alla Rocca di Monrupino, dove si gode un panorama completo del Carso triestino e sloveno. La passeggiata si chiude a due passi proprio dal confine con la Slovenia.

News Correlate