Le trincee di Caporetto diventano “sentieri di pace”

Gruppi di figuranti hanno dato vita alla rievocazione di una battaglia

A Drenchia si è svolta una rievocazione storica in costume intitolata "Sentieri di pace sui passi di Rommel": le trincee e le fortificazioni in cui 90 anni fa si è consumata rotta di Caporetto, sono state trasformate in un "sentiero di pace", in un'occasione di promozione turistica a cavallo del confine con la Slovenia. Nei pressi del rifugio Solarie si sono dati appuntamento gruppi di figuranti provenienti dal Veneto, dalla Slovenia e dalla Repubblica Ceca che, con le divise d'epoca italiane e austro-ungariche e gli equipaggiamenti originali, hanno allestito un accampamento e hanno dato vita alla rievocazione di una battaglia. Prima della rievocazione, promossa dalla Pro loco Nediske Doline – Valli del Natisone con contributo della Regione, esperti hanno illustrato la struttura e l'equipaggiamento dei due eserciti, così come le vicende della Grande guerra e della rotta di Caporetto in quest'area, su cui erano attestate le seconde e terze linee delle truppe italiane. Sul versante sloveno, subito oltre il confine, le trincee e le fortificazioni sono state ripristinate a cura del Museo di Caporetto e della Fondazione Puti Miru.

News Correlate