Luce verde da Giunta FVG al collegamento bici-bus Grado-Parenzo

Un collegamento bici-bus capace per unire la Ciclovia Alpe Adria alla ‘Parenzana’ lungo un asse transfrontaliero che, passando per Trieste, si estende da Grado fino a Parenzo (Croazia). È l’obiettivo del progetto ‘Maritime and multimodal transport services based on Ea Sea-way project’ (Moses) approvato dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia nell’ambito del programma di cooperazione Italia-Croazia 2014-2020.

Il progetto prevede l’affidamento di un servizio bici-bus fino a Parenzo in sinergia con quello già esistente tra Grado, Monfalcone e Gorizia. La Parenzana, che corre lungo l’ex ferrovia, parte da Muggia (Trieste), passa per la parte slovena a Capodistria, fino ad arrivare alla località croata. ‘Moses’ mira a capitalizzare i risultati conseguiti nell’ambito della mobilità e dell’intermodalità dal progetto ‘Ea Sea-Way’, di cui la Regione è stata capofila. Oltre alla parte relativa alla mobilità ciclabile, il Trasporto pubblico regionale e locale si propone di realizzare con Moses l’allungamento del collegamento marittimo, tramite aliscafo, che connette Trieste alle isole di Lussino e Sansego. L’iniziativa è il frutto della cooperazione avviata con la contee croate di Istria e di Primorje Gorski Kotar (Litoranea Montana). Il costo complessivo del progetto ammonta a 1.175.000 euro, di cui 340.000 quale budget assegnato alla Regione (l’85% cofinanziati da fondi europei e per il restante 15 con fondi statali).

News Correlate