Ciamoino, Tar accoglie richieste Ryanair, stop abrogazione ordinanze voli notte

È stata confermata anche in sede collegiale la sospensione delle ordinanze con le quali l’Enac ha disposto l’abrogazione con ‘effetto immediato’ delle ordinanze della Direzione aeroportuale di Roma Ciampino che hanno disciplinato l’attività notturna dello scalo romano, nella parte in cui non sono previste deroghe all’atterrabilità. Il Tar del Lazio, infatti, con un’ordinanza ha accolto le richieste fatte da Ryanair Dac, così confermando il decreto monocratico che aveva deciso provvisoriamente allo stesso modo.
Ryanair Dac sollecitava la sospensione e il successivo annullamento in sede di giudizio di merito delle due ordinanze Enac sulla disciplina dell’attività notturna, nonché, per quanto occorre, anche del decreto del Ministero dell’Ambiente che ha approvato il Piano di contenimento e abbattimento del rumore derivante dal traffico aereo sull’aeroporto di Ciampino.
Il Tar “alla luce della delibazione sommaria propria della presente fase cautelare e fatta salva ogni diversa valutazione in sede di merito”, ha ritenuto che il ricorso “sia assistito dal requisito del fumus boni juris, essendo le deduzioni svolte dalla società ricorrente allo stato idonee ad inficiare l’impugnata ordinanza” e che “sia sostenuto anche dal requisito del periculum in mora, in ragione del carattere immediatamente lesivo del provvedimento impugnato”.
Pertanto, i giudici amministrativi hanno ritenuto che “l’istanza cautelare sia meritevole di accoglimento, con conseguente sospensione dell’efficacia dell’ordinanza Enac, nella parte in cui essa non prevede deroghe, in caso di arrivi di aeromobili all’aeroporto di Ciampino oltre l’orario di operatività dello scalo, ove il ritardo sia dovuto a cause eccezionali di forza maggiore non imputabili al vettore”. Fissata il 15 gennaio 2020 l’udienza per la definizione del ricorso nel merito.

 

News Correlate