martedì, 19 marzo 2019

‘Barcaccia’ come pista da ballo per turiste russe. Raggi studia Daspo per turisti cafoni

Un daspo per i ‘turisti barbari’, una sorta di cartellino rosso per vietare loro il ritorno a Roma. È l’idea a cui sta lavorando Virginia Raggi, sindaca di Roma, che ha convocato una riunione sul tema in Campidoglio dopo un ultimo episodio di vandalismo compiuto da due turiste ai danni della Barcaccia di piazza di Spagna.

Domenica scorsa, infatti, le due donne hanno scavalcato la recinzione di protezione della fontana e hanno iniziato a ballare sulle colonne dell’opera del Bernini. Le turiste, di 40 anni e 34 anni, hanno anche immortalato la scena con alcuni selfie.

Le due donne, hanno aggredito fisicamente e verbalmente i vigili urbani affermando: “Voi non potete niente, noi ricche, noi facciamo quello che vogliamo”.

L’intenzione di Raggi, a quanto si apprende, è quella di creare, coinvolgendo anche le ambasciate, una lista dei turisti ‘colpevoli di reati contro la città’, e quindi destinatari del daspo. Allo studio anche la durata del divieto di ritorno a Roma. Per far diventare realtà quest’idea la sindaca, secondo quanto spiegano fonti del Campidoglio, chiederà anche un incontro al ministro dell’Interno Matteo Salvini.

News Correlate