Roma, minaccia di buttarsi dal Colosseo per protesta contro multa a ‘salta-file

Dopo una lunga trattativa con la polizia, è sceso dal Colosseo l’uomo che si era arrampicato sull’anfiteatro romano minacciando di buttarsi giù. Secondo quanto si è appreso, si tratta del titolare di un’agenzia di ‘salta fila’ per i turisti che vogliono visitare il monumento. Secondo il resoconto della polizia locale, l’uomo si è arrampicato sul Colosseo per un’azione dimostrativa contro il nuovo regolamento di Polizia Urbana che era stato poco prima applicato a due promotori turistici. I due erano stati sanzionati da una pattuglia della polizia locale del I Gruppo Centro con una sanzione di 400 euro ciascuno e l’applicazione del daspo urbano per 48 ore.

Il 50enne già in passato si sarebbe arrampicato sul monumento minacciando di gettarsi nel vuoto. “Grazie a una lunga trattativa con alcuni agenti del Comando Generale, intervenuti sul posto insieme al Comandante del Corpo Antonio Di Maggio, è stato possibile farlo desistere dall’intento suicida”, sottolinea la polizia locale in una nota.

News Correlate