‘Museo Per Tutti’, adesso ci sono anche i musei di Genova

Anche i Musei civici di Genova aderiscono al progetto ‘Museo Per Tutti – Accessibilità museale per persone con disabilità intellettiva’ presentato a Milano. Il protocollo d’intesa è stato firmato da Onlus, Fondazione De Agostini, i rappresentanti del Museo archeologico ‘San Lorenzo’ di Cremona, dei Musei del Comune di Genova, del Museo degli Innocenti di Firenze e di Reggia di Venaria (Torino). 

Il programma costruirà percorsi e strumenti specifici all’interno dei musei per rendere il patrimonio culturale fruibile anche alle persone con disabilità intellettiva. “Con la partecipazione a questo importante progetto – dice Carla Sibilla, assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova – i nostri musei confermano la loro vitalità e l’impegno nel miglioramento continuo”.

A Genova l’iniziativa prenderà il via da Castello d’Albertis, sede del Museo delle Culture nel Mondo, che continua ad aprirsi all’incontro tra le diversità, alle esperienze di conoscenza reciproca che avvicinano e consentono di superare barriere culturali, fisiche e sociali. Il progetto, finanziato e sostenuto dalla Fondazione De Agostini, si sviluppa in 3 fasi condotte da un gruppo di lavoro coordinato da l’abilità Onlus. 

La prima fase si è conclusa a ottobre 2015 ed ha riguardato l’analisi dei bisogni della persona con disabilità per facilitarne l’inclusione all’interno di un sito culturale.
La seconda, che terminerà ad aprile 2016, riguarda la progettazione nei musei e prevede anche la formazione del personale, dei volontari e del back office. 

Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 si concluderà la sperimentazione con il pubblico, a cui seguirà la verifica, gli interventi correttivi e la valutazione finale. Al termine, il progetto rientrerà in all’interno delle realtà museali che hanno aderto all’iniziativa, con la finalità di renderlo esportabile in qualsiasi altro luogo d’arte o di cultura.

News Correlate