In Liguria riparte il turismo dopo mesi di calo. A giugno turisti stranieri a +8,34%

Cresce il numero dei turisti in Liguria dopo la contrazione dei mesi precedenti dovuta al crollo del Morandi e ai danni delle mareggiate autunnali. A rivelarlo i dati dell’osservatorio turistico regionale.

Il mese di giugno ha visto un’inversione di tendenza per molti dei mercati storicamente più importanti per la regione, in particolare Germania, Svizzera e Francia. L’aumento complessivo degli stranieri a giugno 2019 rispetto a giugno 2018 è stato dell’8,34% (782.567 a fronte dei 722.306 dello stesso mese del 2018).

Le presenze di turisti tedeschi sono state 174.159, ben 50.573 in più (pari al 40,92%) rispetto a giugno 2018: sul primo semestre 2019 la differenza è ancora negativa, ma giugno segna un recupero di più di un terzo delle presenze.

“È la conferma che il lavoro che stiamo facendo per promuovere il territorio sta dando i suoi risultati – ha commentato Giovanni Toti, presidente della Regione – Le campagne internazionali, avviate nell’autunno scorso per dire chiaramente ai nostri mercati di riferimento che la Liguria era ancora la meta che tutti conoscono, sono state fondamentali. Il nostro impegno prosegue su questa strada: la ripresa è solo il punto di partenza, la Liguria ha ancora grandi potenzialità da esprimere”.

Segno positivo anche per le presenze degli svizzeri (18,19%), legati al mercato tedesco. I francesi, dopo mesi di calo, risalgono leggermente con un +1,16%, crescita dovuta però solo alle province di Imperia e Savona che salgono a doppia cifra, mentre Genova e La Spezia sono ancora in calo.

Tra i comuni che hanno registrato gli aumenti più significativi a giugno ci sono La Spezia (+9,43%), Finale Ligure (+9,36%), Diano Marina (+8,73%) e Lerici (+8,18%). Torna a crescere anche Genova, con un +1,50%.

News Correlate