mercoledì, 23 ottobre 2019

Genova, sfida al Nord Europa

In visita in Cina la delegazione ligure promuove porti e turismo

Genova lancia la sfida ai porti del nord Europa. Infatti durante la visita in Cina della delegazione della Liguria le due più grandi compagnie armatoriali del Pese del Sol Levante, la Cosco e la China Shipping, hanno mostrato interesse per la possibilità di sfruttare a fondo le opportunità offerte dai porti liguri. “Negli ultimi dieci anni – spiega il presidente della Regione Claudio Burlando – siamo passati da una capacità di 300mila a quella di tre milioni. Ora dobbiamo fare un salto, arrivare a fare concorrenza a Rotterdam raggiungendo una capacità di sei milioni nei prossimi tre o quattro anni. Oggi gran parte del commercio internazionale parte dal sud e per un armatore cinese arrivare a Genova invece che a Rotterdam significa risparmiare quattro giorni di navigazione”. Burlando tiene a sottolineare i legami che già esistono tra la Liguria e la Cina nella collaborazione in corso tra la Cosco e la genovese Cosulich, che insieme hanno dato vita alla joint venture chiamata Coscos, nella presenza “storica” nella città portuale di Tianjin della genovese Italimpianti e nel fatto che la genovese Costa includa dal maggio scorso la Cina nelle sue crociere. I cinesi, aggiunge, sono stimolati dal fatto che due della più grandi compagnie del mondo di shipping, la Msc e la Marsk, sono già presenti in Liguria. “Oltre ai porti – spiega – altro settore su cui puntiamo è il turismo. In Italia i turisti cinesi, che crescono di numero ogni anno, vanno a Venezia, Firenze e Roma, ma noi pensiamo di avere un’offerta credibile per la parte alta del mercato che adesso abbiamo deciso di promuovere con una serie di iniziative mirate”.

News Correlate