mercoledì, 23 ottobre 2019

Monza ospita Innovatour e punta su valorizzazione del turismo motoristico

Lo sport motoristico è un’occasione di promozione turistica che va sviluppata creando sinergie tra gli eventi sportivi, le aziende, le strutture culturali, i musei legati al settore e i territori che li ospitano. È il filo conduttore del convegno ‘Promuovere lo sport motoristico, promuovere i territori’ che l’Associazione Città dei Motori, creata sotto l’egida dell’ANCI, ha organizzato a Monza nell’ambito della prima tappa di ‘Innovatour’, iniziativa volta a presentare gli strumenti digitali per promuovere il turismo nelle città che fanno parte del progetto Rete Nazionale Città dei Motori cofinanziato dal Mibact.

“L’Autodromo e il Gran Premio d’Italia di Formula 1 – ha affermato il sindaco di Monza, Dario Allevi – hanno fatto conoscere Monza nel mondo. La passione per i motori fa arrivare sulle nostre tribune e in città decine di migliaia di appassionati da ogni continente. Lo sport motoristico – ha aggiunto – diventa un’occasione unica di promozione territoriale che va colta e sviluppata ogni anno, organizzando eventi collaterali che sappiano essere un vero e proprio ponte tra il circuito e la città”.
“È nostra intenzione – ha annunciato Roberto Pella, vicepresidente vicario dell’ANCI e delegato allo sport – creare una collaborazione tra ANCI e ACI per promuovere, tramite l’Associazione Città dei Motori, quelle località poco conosciute che organizzano eventi motoristici e culturali nel settore, ma anche per diffondere la cultura della sicurezza stradale. Pensiamo ad azioni di sensibilizzazione sull’importanza della guida sicura, perché oggi una buona parte degli incidenti avviene per distrazione e cattivi comportamenti del guidatore. Con Aci – ha aggiunto – abbiamo pensato a campagne informative sulle strade e nelle scuole attraverso i Comuni e i sindaci”.

Un invito raccolto dal Segretario generale dell’ACI, Francesco Tufarelli, che ha concordato con la necessità di perseguire “l’obiettivo di creare sinergie tra ACI, ANCI e i territori, attraverso Città dei Motori, per promuovere lo sport motoristico e il turismo. Il mondo dei motori – ha aggiunto Tufarelli – costituisce un traino per l’economia locale e nazionale, capace di valorizzare le eccellenze del paese e questo sarà ancora più tangibile grazie agli esperimenti pilota in programma nel 2018 che hanno proprio l’obiettivo dello sviluppo del territorio attraverso le gare e gli eventi legati alle due e alle quattro ruote”.
Il presidente dell’Associazione Città dei Motori e sindaco di Maranello, Massimiliano Morini, ha ricordato lo scopo dell’iniziativa Innovatour per diffondere gli strumenti innovativi, basati sulla tecnologia digitale, “con cui le Città dei Motori puntano ad aumentare il potenziale di attrazione turistica e quello imprenditoriale per le imprese che operano nel settore motoristico”.
“Non soltanto tradizione, bellezza e cultura, l’Italia è meta di turismo sportivo e il Gran Premio di Monza ne è un esempio eccellente”, così Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo e deputato di Alternativa Popolare alla vigilia della gara.
“Il GP di Formula 1 d’Italia – ha aggiunto – ha presentato numeri record sulle affluenze e le previsioni danno dati in aumento. È l’ulteriore conferma di un settembre che preannuncia nuovi numeri record a conclusione di una stagione estiva da ricordare. Ma dobbiamo guardare oltre e avere più fiducia nelle potenzialità dello sport. Oltre a rafforzare l’identità del territorio, richiama pubblico italiano e ha grande potere attrattivo su quello straniero. Dobbiamo valorizzare al meglio le varie discipline sportive per diversificare l’offerta e destagionalizzare il turismo”.

News Correlate