sabato, 16 febbraio 2019

Trenitalia consegna altro Vivalto a Trenord. Toninelli: se ne aggiungeranno altri

Arriva in Lombardia un altro treno Vivalto di Trenitalia (Gruppo Fs Italiane) per i pendolari lombardi. Si tratta del 14° convoglio che Trenitalia ha messo a disposizione di Trenord negli ultimi 4 mesi, nel quadro degli impegni concordati ad agosto tra FS Italiane e Regione per rilanciare il trasporto ferroviario in Lombardia. Alla consegna del treno, un Vivalto di 9 anni riqualificato, alla stazione Centrale di Milano hanno partecipato i vertici di Regione Lombardia, Fs, Trenitalia, Fnm e Trenord.

“Anche in Lombardia, come nel resto delle regioni italiane, stiamo lavorando per soddisfare le esigenze di chi ogni giorno viaggia in treno per i propri spostamenti metropolitani e regionali. Nel 2019 lavoreremo ancora per fare in modo che la nuova organizzazione industriale di Trenord consenta di diminuire le cancellazioni dei treni e aumentare gli standard di puntualità”, ha spiegato l’ad di Fs Gianfranco Battisti.
Oltre alla prima tranche di 14 treni, nella seconda metà del 2019 arriveranno sulla rete lombarda altri mezzi: i primi 20 saranno consegnati da Trenitalia tra giugno e dicembre, mentre altri 10 treni di ultima generazione – 5 del modello ‘Rock’ e 5 ‘Pop’ – arriveranno in Lombardia a partire da luglio. Altri 5 Pop’, infine, arriveranno nei primi mesi del 2020.
“Treni regionali pensati e costruiti attorno alle esigenze dei pendolari e con una ancor più forte attenzione per le persone a ridotta mobilità e con disabilità – ha sottolineato l’ad di Trenitalia, Orazio Iacono – garantendo così un’autentica svolta per il trasporto metropolitano e regionale su ferro in Italia”.

“Oggi abbiamo concretizzato un altro sforzo per alleviare i disagi sopportati dai pendolari lombardi in questi anni – ha affermato il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli su Facebook – l’ultimo dei 14 convogli consegnati da quando sono ministro. Un treno pendolare ad alta capacità che, insieme agli altri previsti dall’accordo del 31 agosto 2018 tra Fs Italiane e Trenord andrà a svecchiare e rinforzare la flotta regionale lombarda. Questo vuol dire, per i pendolari e non solo, treni in più e più performanti, a garanzia di viaggi più puntuali e più degni di un Paese civile.
Da quando sono diventato ministro delle Infrastrutture mi sono occupato da subito di potenziare e migliorare lo stato, disastroso, delle ferrovie lombarde.- Ai 14 treni consegnati finora “se ne aggiungeranno altri fino ad arrivare a 49 convogli in più entro l’inizio del 2020. Siamo consapevoli che i problemi delle ferrovie lombarde non sono solo da imputare ai treni, ma anche all’infrastruttura. È dunque un’ottima notizia – ha concluso Toninelli – che Rfi abbia annunciato che entro poche settimane presenterà un piano di investimenti per la rete ferroviaria della Lombardia. Significa un impegno economico e tecnologico per migliorare la rete e i servizi offerti a chi si sposta in treno attraversando la regione”.

News Correlate