In Lombardia cala spesa per vacanze all’estero

Nel 2013 -17, 5% di spesa rispetto al 2012

Nel 2013 la spesa dei turisti lombardi per vacanze all'estero ha subito un calo. Nei primi 4 mesi dell'anno, infatti,  per una vacanza oltre i confini nazionali sono stati spesi 377 milioni di euro, -17,5% rispetto allo stesso periodo del 2012. I dati sono stati forniti dalla Camera di commercio di Milano su dati Banca d'Italia 2013 e 2012. A diminuire anche il numero dei viaggiatori che passano da 1,7 milioni a circa 1,4. Ma la Lombardia resta la regina delle vacanze all'estero, infatti , da questa regione proviene n quarto della spesa all'estero (22,3%) di tutti i turisti italiani ed il 33,4% dei viaggiatori. Complessivamente, tra viaggi per motivi di lavoro o personali, la spesa media pro-capite dei viaggiatori lombardi si attesta nei primi mesi del 2013 sui 228 euro con picchi a Milano (551 euro) e Bergamo (545 euro). Tra le province per spesa all'estero, tra viaggi e motivi di lavoro, Milano è prima nel 2013 con 568 milioni di euro. A seguire Varese con 218 milioni e Como con 180 milioni. 
Secondo la Cciaa  di Milano, inoltre, il settore delle imprese turistiche in Lombardia conta 2.472 imprese attive, il 16,3% del totale italiano di settore. La maggior offerta di imprese turistiche si trova a Milano (1.104 sedi di impresa con attività principale di adv o TO, il 44,7% delle imprese della regione), Brescia (280, 11,3%) e Bergamo (222, 9%). 

News Correlate