sabato, 16 febbraio 2019

Crescono i visitatori nei Comuni coinvolti dalla mostra su Lotto

Oltre 15.000 le presenze alla mostra di Macerata ‘Lorenzo Lotto. Il Richiamo delle Marche’, aperta fino al 10 febbraio a Palazzo Buonaccorsi. Soddisfatta la Regione Marche che ha promosso l’evento, non solo per i risultati della mostra ma anche l’incremento di turisti in tutti gli 8 Comuni lotteschi coinvolti nell’iniziativa. Ad attestarlo l’assessore regionale alla Cultura Moreno Pieroni assieme ad alcuni degli amministratori dei Comuni interessati: Macerata, Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino.

“Si è trattato di un duplice risultato – ha detto Pieroni – perché da un lato è stata destagionalizzata la presenza turistica, dall’altro si è sperimentato un meccanismo di collaborazione e condivisione tra istituzioni che potrà dare buoni frutti anche in futuro, a partire dalle celebrazioni per il quinto centenario della morte di Raffaello”.
E se Macerata, a detta del sindaco Romano Carancini, ha contato grazie alla mostra più di 800 persone nei fine settimana, Jesi, ha testimoniato l’assessore alla Cultura Luca Butini, ha visto crescere i suoi visitatori del 70%. Analoghi risultati sono stati registrat a Monte San Giusto e Cingoli e a Loreto con 20 mila presenze da giugno a dicembre (il doppio degli anni precedenti). “Non si tratta di risultati temporanei – hanno sostenuto gli amministratori – perché una volta conosciuti i luoghi che conservano opere lottesche, arriveranno altri visitatori e l’eredità della mostra diventerà permanente”.
“Intanto dall’1 al 3 febbraio al Museo Pontificio Santa Casa di Loreto – ha annunciato il direttore Vito Punzi – si potranno ammirare con una nuova illuminazione otto delle nove opere di Lotto ricollocate nello stesso ordine in cui erano poste nel Coro della Basilica, in occasione del convegno internazionale sull’artista che porta a Loreto una trentina di esperti da tutto il mondo, lasciando alle Marche un importante patrimonio di studi. Il 9 febbraio infine alla vigilia della chiusura della mostra maceratese, che il giorno dopo sarà aperta fino a tarda sera, verrà firmata a palazzo Buonaccorsi un’intesa tra i comuni lotteschi per la creazione un biglietto unico per i musei delle Marche che ospitano le opere del pittore”.

News Correlate