domenica, 8 dicembre 2019

Pesaro e Urbino si candidano a Capitale della Cultura per il 2033

“Bene il riconoscimento Unesco sulla città della musica e il 150° di Rossini ma Pesaro non si accontenta”. Ad affermarlo il sindaco Matteo Ricci che rilancia “sulla candidatura di Pesaro e Urbino a Città europea della cultura 2033” che vorrebbe presentare “ufficialmente a Matera entro fine anno” insieme al sindaco di Urbino Maurizio Gambini.

“Con Urbino e il sindaco Gambini – ha detto – abbiamo costruito una sinergia notevole nell’abbinata Rossini-Raffaello. La prossima settimana riprenderemo il tema anche con la Provincia e gli altri Comuni coinvolti, a iniziare da Fano. Mettiamo in rete soggetti e territori per essere un polo di attrattività: vogliamo presentare la candidatura ufficialmente a Matera entro fine anno. Nella Capitale europea della cultura 2019 si sono messi in moto investimenti infrastrutturali, sono arrivati milioni di fondi europei. Non so se ci arriveremo ma con la candidatura, che è già un brand di per sé, diamo in ogni caso una direzione. Pesaro – ha ricordato Ricci – sarà la candidata italiana ai Mediterranean Beach Games 2023: dopo il Coni, con cui ci sono ottime relazioni, abbiamo avuto la conferma dal governo. Ho incontrato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora nei giorni scorsi”. La città avrà anche i campionati europei di ginnastica acrobatica e aerobica 2021. L’obiettivo resta posizionarci tra le mete più attrattive al di là dell’asse tradizionale Roma-Firenze-Venezia. Spesso in overbooking. Gli investimenti sulla cultura – ha concluso – continueranno e saranno coerenti. Dopo il museo Rossini, andremo avanti con Sonosfera e sala della Repubblica. E finalmente sono partiti i lavori al vecchio Palas”.

News Correlate