martedì, 19 febbraio 2019

Pesaro, Alghero e Antonio Marras firmano protocollo d’intesa per celebrazioni Rossini 150

È stato siglato ieri il protocollo d’intesa promosso dalle città di Pesaro e Alghero. Il documento che intende promuovere forme di valorizzazione integrata tra le due città è stato firmato non solo dai rispettivi sindaci, Matteo Ricci e Mario Bruno, ma anche dallo stilista Antonio Marras.

L’accordo servirà
a promuovere lo sviluppo culturale e turistico delle due città che condividono un’anima culturale dinamica, ma anche a valorizzare le realtà migliori del territorio. Da qui l’idea di chiamare Antonio Marras, fiero cittadino di Alghero e genio creativo e versatile, a collaborare con la città di Pesaro che quest’anno celebra il 150° anniversario della morte del musicista Gioachino Rossini e che è stata nominata Città della Musica dall’Unesco.

“Rossini è un testimonial della bellezza italiana in tutto il mondo e questo posto a Milano è luogo ideale di contaminazione. La stessa contaminazione dell’intero lavoro di Marras e la stessa che questo protocollo d’intesa vuole promuovere tra due città unite non solo dalla musica, ma da un’indole creativa che vede nell’unione una forza motrice”, ha detto Matteo Ricci, sindaco di Pesaro.

“Questo protocollo è una bella opportunità di scambio. Antonio Marras non è solo un testimonial, il suo impegno nei confronti della città di Alghero è concreto e adesso lo sarà anche per Pesaro, così come la città di Pesaro coinvolgerà Alghero nelle celebrazioni dell’Anno Rossiniano a cominciare da un primo evento in settembre”, ha aggiunto Mario Bruno, sindaco di Alghero.

E così mentre la città di Pesaro porta avanti le tante iniziative dedicate al compositore, tra le quali il Rossini Opera Festival di quest’estate e l’apertura del nuovo Museo Rossiniano il prossimo autunno, e omaggi di vari artisti tra i quali Elio di Elio e le Storie Tese, Patti Smith, Asaf Avidan e Luca Zingaretti, Antonio Marras ha concluso l’incontro assicurando il suo sostegno: “Siete un po’ incoscienti a chiedere a me questo impegno così importante, ma le iniziative che volete portare avanti e l’idea alla base sono straordinarie, quindi ora metabolizzo e mi metto subito a pensare a qualcosa”.

News Correlate