domenica, 17 febbraio 2019

Ad Isernia va in scena l’allegra malinconia di Chaplin

“Luci della ribalta” è il titolo dello spettacolo che sarà rappresentato il 7 novembre ad Isernia e il giorno successivo a Agnone, allestito dal Teatro Stabile di Trieste e Gitiesse Artisti Riuniti. Il lavoro teatrale è ispirato al celebre film di Charlie Chaplin del 1952, che valse un oscar alla colonna sonora e un altro al grande attore e regista britannico.

La storia, come risaputo, racconta di un clown in declino, Calvero, e del suo incontro con una bella e sfortunata ballerina, Terry. Lui salverà la ragazza accogliendola in casa e riuscendo a ridarle, con pazienza e dedizione, l’uso delle gambe, ritrovando egli stesso una ragione di vita. Calvero però, non accetterà l’amore della giovane, ritenendosi troppo vecchio per lei, e spingendola tra le braccia di un altro. Calvero infine, dopo aver riconquistato il palco, avrà un attacco di cuore in scena, mentre il pubblico crede di assistere all’ennesima gag.

Calvero, portato dietro le quinte spirerà, mentre Terry sta danzando sulle note di una struggente melodia. Antonio Salines, che veste i panni di Calvero, dopo trattative durate alcuni anni, ha ottenuto dalla famiglia Chaplin i diritti teatrali del film più famoso del grande comico e certamente il suo testamento spirituale. L’operazione è un evento culturale, teatrale e metacinematografico, che fa vivere agli spettatori momenti comici e altri di grande commozione.

News Correlate