martedì, 10 dicembre 2019

Delrio in Molise per protocollo ammodernamento ferrovie

La linea Venafro–Campobasso sarà velocizzata ed elettrificata. È questo il contenuto del protocollo d’intesa firmato da Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paolo di Laura Frattura, presidente della Regione Molise, e Maurizio Gentile, ad e dg di Rete Ferroviaria Italiana. La prima fase degli interventi, oggetto del protocollo, prevede la progettazione dell’elettrificazione della tratta Roccaravindola – Isernia – Campobasso e la realizzazione degli interventi tra Roccaravindola e Isernia, per circa 18 km. Inoltre sulla tratta Roccaravindola-Isernia-Bojano, circa 45 km, saranno eseguiti interventi per l’aumento della velocità: modifiche ai binari, realizzazione di sottopassi e sovrappassi, adeguamenti tecnologici, marciapiedi e pensiline. Con l’accordo di oggi, i firmatari condividono la strategicità delle azioni previste e si impegnano, ciascuno per la propria parte, a dare piena attuazione al programma previsto.

La conclusione degli interventi è prevista entro il 2023. Il costo, di circa 30 milioni di euro, sarà finanziato per 15 milioni da risorse statali previste nell’Aggiornamento 2016 del Contratto di Programma – Investimenti tra il MIT e RFI e per gli altri 15 milioni dalla Regione Molise attraverso il “Patto per lo sviluppo” di luglio 2016, a valere sui Fondi di Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Pochi giorni fa è stato firmato anche l’Accordo Quadro tra Regione Molise e Rete Ferroviaria Italiana, che permette di programmare la capacità di traffico ferroviario sulle linee del Molise per i prossimi dieci anni. L’accordo, operativo a partire dal cambio orario di dicembre 2018, prevede a regime volumi di produzione di circa 2,6 milioni treni chilometro/anno.

Per il Ministro Graziano Delrio “interveniamo con velocizzazione e migliori connessioni per le ferrovie del Molise, con RFI e Regione. La pianificazione strategica e la programmazione di risorse e opere a lungo termine permettono di garantire risultati certi, in tempi certi, per collegamenti più efficaci”.

“Continua l’impegno di RFI – ha sottolineato Maurizio Gentile – per garantire livelli adeguati di accessibilità delle infrastrutture ferroviarie. Gli interventi previsti nell’intesa firmata oggi permetteranno di migliorare l’esperienza di viaggio dei molisani, ottimizzando i collegamenti tra le principali città della Regione”.

Per il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, si tratta di “un altro passo avanti per il Molise. Entriamo nel vivo degli interventi di miglioramento infrastrutturale del trasporto ferroviario regionale a vantaggio dell’intera popolazione locale e dell’attrattività ai fini economici e turistici della nostra regione”.

“Il viaggio in treno da Roma verso il Molise mi ha fatto vedere quanto sia bella la vostra  regione”, ha aggiunto Delrio una volta sceso alla stazione di Isernia dove il treno Swing è arrivato con tre minuti di anticipo.  “Sono qui – ha sottolineato – per dire che non esiste una periferia, né utenti di periferia. Non era stato potenziato il trasporto regionale perché risorse non c’erano. Dal 2015 al 2017 lo Stato ha trasferito 32 miliardi e abbiamo potuto programmare con le regioni”.

News Correlate