martedì, 22 ottobre 2019

Il restyling dell’aeroporto di Linate, a che punto sono i lavori

Procedono a ritmo serrato i lavori all’aeroporto di Linate, chiuso dal 27 luglio scorso. Come riporta il Corriere della Sera, i lavori vanno avanti tutti i giorni, domeniche comprese, persino a Ferragosto, 24 ore su 24 e, come da cronoprogramma, dovrebbero concludersi il 26 ottobre, per permettere poi la riapertura dell’aeroporto cittadino e i decolli dalle 6 del mattino del giorno successivo.

I lavori a Linate procedono su più livelli. Uno dei più importanti sono quelli che riguardano il “corpo F”. Gli interventi sono di ampliamento e ammodernamento su tre piani. C’è la parte inferiore dove verranno riproposti i gate d’imbarco. Al piano di sopra (il primo piano) si troverà la galleria commerciali. Al secondo piano i viaggiatori si ritroveranno un’ampia zona food con diversi ristoranti e bar. Dal 27 ottobre però i passeggeri non si ritroveranno questa parte di aeroporto pienamente operativa: i bridge 4 e 5 — prima impiegati per accedere agli aerei — serviranno da accesso al corpo provvisorio fino a marzo 2020.

L’altra grande opera riguarda l’installazione di un nuovo e più sofisticato sistema di gestione dei bagagli stivati in aereo. Si tratta in tutto di quattro nuove macchine che sono in grado di analizzare ciascuna 1.200 bagagli, arrivando quindi nel complesso a 4.800 ogni sessanta minuti. L’impianto computerizzato riconosce gli oggetti pericolosi effettuando una sorta di Tac alla valigia a livello tridimensionale.

Infine, la demolizione della vecchia pista è finita e ora iniziano i lavori di stabilizzazione. In corso anche il rifacimento delle testate della pista e dei vecchi canali di scolo. E si sta studiando anche la collocazione dei circa 800 segnali luminosi a Led che prenderanno il posto di quelli alogeni.

 

News Correlate