martedì, 10 dicembre 2019

Imbarco più veloce a Malpensa e Linate e tornano i liquidi a bordo

Ritorno al passato negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa: dal 2020 verranno ripristinate le misure precedenti alle modifiche avvenute a causa degli attentati dell’11 settembre 2001. L’obiettivo della Sea è diminuire i tempi di attesa per raggiungere il gate e rendere tutto più semplice, senza tuttavia tralasciare il fondamentale aspetto della sicurezza.

In pratica, i passeggeri potranno portare a bordo creme e liquidi superiori ai 100 ml e non sarà più necessario far visionare agli addetti della sicurezza computer, tablet e smartphone. Ma le novità non finiscono certo qui.

Con un investimento di 17 milioni di euro, la Sea sta procedendo all’installazione di linee automatizzate per il controllo dei bagagli a mano, linee che consentiranno di gestire un numero elevato di passeggeri, fino a 250 persone all’ora. La rivoluzione passerà anche dalle innovative macchine Eds-Cb (Explosives detection systems for cabin baggage) che sfrutteranno la tecnologia Tac al posto dei tradizionali x-ray. I macchinari entreranno in funzione in estate a Linate ed entro la fine del 2020 a Malpensa e saranno in grado di rilevare automaticamente la minima quantità di esplosivo. Grazie alle macchine Eds-Cb i passeggeri non dovranno più togliere dai bagagli a mano i liquidi oppure i dispositivi elettronici.

Inoltre, verrà sfruttata la tecnologia del riconoscimento biometrico facciale al fine di agevolare l’identificazione dei passeggeri in modo veloce ed efficace.

 

News Correlate