Anno storico per Accor con aperture e firme record

Con un totale di 100.000 camere aperte nel 2018, uno sviluppo organico e numerose acquisizioni, il Gruppo Accor consolida la sua presenza e leadership internazionale nei mercati di maggior sviluppo con marchi forti, iconici e complementari, capaci di rsipondere alle aspettative di tutti gli attori del settore, clienti e proprietari.

Accor accelera di fatto la sua dinamica di sviluppo e raggiunge un livello di performance mai raggiunto prima con più di 500 acquisizioni di hotel nel 2018, 110 in più rispetto al 2017.

“Anche quest’anno il Gruppo conferma la capacità di superare i propri limiti. È passato solamente un anno da quando Accor ha dato un’accelerazione alla sua presenza internazionale superando la barriera simbolica dei 100 Paesi. Mai prima d’ora, in tutta la sua storia, Accor ha aperto così tante strutture come nel 2018. Il Gruppo si è così rafforzato nel segmento lifestyle. In pochissimo tempo, il nostro team ha raccolto un portfolio di marchi solidi sul mercato capaci di rispondere a una forte domanda su tutti i segmenti, dai marchi economy a quelli lusso”, ha detto Gaurav Bhushan, Chief Development Officer di Accor.

I viaggiatori sono sempre più attenti a brand dall’offerta unica e dalla forte personalità, che si prestano ad essere contemporaneamente ambienti di lavoro per i viaggiatori urbani e luoghi per socializzare e vivere nuove esperienze. Ammirare delle opere d’arte, gustare prelibatezze e cocktails originali, respirare il profumo dei bouquet floreali o degli oli essenziali, toccare legni pregiati o touch screen il mercato lifestyle non cessa di svilupparsi e conferma la più grande crescita nel settore con Accor, che risveglia i 5 sensi attraverso esperienze inedite. Ogni marchio si posiziona in un ambito ben distinto.

In pochissimo tempo, Accor ha raggiunto un portfolio di marchi forte e completo, che riesce a prendersi cura dei suoi clienti in tutti i segmenti, dal lusso all’economy. Con l’acquisizione di 14 marchi prestigiosi nel 2018, il Gruppo continua a crescere in modo forte e progetta di espandere il proprio portfolio, in particolare con lo sviluppo di marchi su scala globale e consolidando la propria leadership in mercati e segmenti chiave.

“Gli accordi siglati nel 2018 si tradurranno in storiche aperture in tutti i segmenti, in particolare con Raffles, che aprirà il suo primo hotel negli Stati Uniti, il marchio SO / che si affermerà in diverse regioni strategiche, nonché alcune grandi novità nei segmenti midscale ed economy “, afferma Gaurav Bhushan, Chief Development Officer di Accor.

Il Gruppo continua a crescere in modo significativo all’interno del segmento delle residenze alberghiere per soggiorni di lunga durata (289 residenze alberghiere esistenti e 65 in progetto) e abitazioni private di marca (17 residenze alberghiere esistenti e 51 in progetto), con 28 marchi alberghieri che offrono un prodotto residenziale. Nel 2018, possiamo sottolineare l’apertura di Adagio Amsterdam Amstelveen (151 appartamenti), la firma del Pullman Living Accra City Airport (363 appartamenti) e anche la firma di SO / Uptown Dubai Residences (215 appartamenti).

News Correlate