Alberghi e turismo, la crescita passa anche dai fondi di CDP

I segnali del mercato sono chiari, l’attenzione per l’Italia da parte dei turisti esteri è molto alta. Il Paese può e deve cogliere questo vantaggio che potrà contribuire in modo consistente anche alla crescita del PIL italiano. L’attenzione di CDP che con i fondi FIT e FIV ha scelto di investire nel comparto, conferma queste prospettive e apre per gli operatori un’ulteriore occasione di crescita. Si è discusso di questo nel corso dell’incontro organizzato a Roma, durante il quale il consiglio direttivo di Confindustria Alberghi ha incontrato i vertici di Confindustria e Cassa Depositi e Prestiti.

All’incontro infatti hanno preso parte Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria; Fabio Gallia, amministratore delegato CDP SPA; Salvatore Sardo, presidente CDP Investimenti SGR e Chief Operating Officer CDP SPA e Marco Sangiorgio, direttore generale CDP Investimenti Sgr.

“Confindustria Alberghi rappresenta un pezzo pregiato della nostra comunità ed è il biglietto da visita di un Paese che fa della bellezza e dell’equilibrio i suoi punti di forza – ha detto Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria -. All’associazione il delicato compito di contribuire all’export italiano grazie alla capacità di alimentare il turismo come componente qualificante della nostra industria e asse portante della politica economica nazionale”.

“In un mercato sempre più competitivo, le nostre aziende hanno bisogno di crescere ed è indispensabile individuare soluzioni capaci di rendere sempre più attrattiva la nostra offerta – ha spiegato Giorgio Palmucci, presidente di Associazione Italiana Confindustria alberghi -. Al turismo viene riconosciuto un ruolo fondamentale per il rilancio dell’economia e nella moltitudine di attività trasversali al settore, un compito rilevante è affidato agli alberghi. Confindustria sta concentrando, in questo periodo, una serie di incontri sul territorio volti a raccogliere, in vista delle Assise di febbraio a Verona, le esigenze del tessuto imprenditoriale italiano ascoltando anche il nostro punto di vista. Un momento importante dove anche la voce degli operatori alberghieri può e deve farsi sentire per indirizzare le scelte del futuro Governo. Anche CDP vede nel mondo dell’ospitalità un potenziale capace di rilanciare il sistema economico e il FIT è uno strumento atto a fornire delle alternative interessanti per gli operatori. Gli ingredienti per il rilancio ci sono tutti, a noi il compito di realizzare un prodotto di alta qualità”.

News Correlate