Bonisoli e il biglietto nominativo: risolviamo nodo per acquapark 

”È vero, siamo l’unico paese dove è applicato il biglietto nominale. È un provvedimento in vigore da una settimana. Diamoci un tempo ragionevole per vedere come funziona”. Lo ha detto il ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli, rispondendo in audizione in Commissione VII al Senato circa le norme contro il secondary ticketing. Il ministro ha anche ricordato ”il vero obiettivo: eliminare del tutto il bagarinaggio elettronico, che è un vero cancro, soprattutto nel settore musicale”.

”L’articolo 4 del Decreto cultura – aveva precedentemente detto il ministro – pone rimedio ad alcune questioni della Legge Battelli, che prevede il biglietto nominativo per gli appuntamenti dello spettacolo viaggiante con più di 5 mila persone. Ma nelle attrazioni dello spettacolo viaggiante, ci sono anche gli acquapark. Il provvedimento nasce contro il secondary ticketing, ma non mi risulta che ci sia bagarinaggio per entrare nelle piscine”.

News Correlate