mercoledì, 16 ottobre 2019

Enit a Wtm: Italia prima per presenze extra Ue

Il turismo italiano continua a mietere successi anche grazie a grandi assi nella manica come Leonardo da Vinci, Dante e Raffaello. E non è un caso che l’Italia sia al primo posto tra i Paesi dell’area Schengen per presenze di provenienza extra Ue (+8,3% sul 2016) e in seconda posizione, nella stessa area, per presenze estere totali nel 2017. Le notti internazionali, pari a 124 milioni, crescono del 2,3% nei primi 7 mesi 2018 sull’anno precedente. Anche la spesa turistica di provenienza estera, circa 23 miliardi, aumenta del 4,9% sempre considerando gennaio-luglio 2018 rispetto al 2017. A scattare la fotografia sul turismo internazionale in Italia è l’Enit al World Travel Market di Londra, dove l’Agenzia Nazionale del Turismo è intervenuta insieme a 16 regioni più Roma Capitale, 1500 operatori.

Ma il Wtm 2018 è stata anche occasione per Enit di presentare i primi risultati di uno studio sul potenziale dell’offerta turistica e culturale: dalle interviste agli operatori turistici emerge che i centenari di Leonardo, Raffaello e Dante sono tre grandi attrattori così come di tutti gli eventi, i luoghi, le opere ad essi collegati: Leonardo Da Vinci “vende come Nike”, Dante da valorizzare maggiormente, Raffaello ancora da avvicinare ai sogni del turista internazionale. E grazie ai centenari di questi tre gransi si stima un aumento del 2% della spesa turistica in Italia.

Intanto, l’Italia per il prossimo triennio punta sulla crescita a valore e sulla sostenibilità e sulla campagna #cherishItaly, live in the moment, protagonista in questi giorni a Londra, che invita ad accarezzare ciò che il nostro Paese ha da offrire.

 

News Correlate