Vueling presenta ‘Vueling INN|UP’e e inaugura ADC Centre a Barcellona

Vueling ha presentato il suo programma di innovazione – Vueling INN | UP – attraverso il quale mostra la volontà di posizionarsi come uno dei leader europei nel settore dell’aviazione. Per raggiungere l’eccellenza in questo campo grazie a team ad alte prestazioni, Vueling investirà 30 milioni di euro entro i prossimi 5 anni e si avvarrà della collaborazione di uno staff di circa 200 professionisti con sede nel nuovo centro di sviluppo a Barcellona che si aggiungono ad altrettanti 200 in tutto il reparto IT della compagnia.

Questa struttura, Agile Development Center (Centro ADC), supporta le altre aree dell’azienda secondo una metodologia di lavoro collaborativa che consente di progettare un ambiente multifunzionale e promuovere l’open innovation.

Il programa Vueling INN|UP è guidato dai dipartimenti IT, Data e Innovation Lab ed è fondato su tre pilastri strategici: il primo, in linea con l’obiettivo generale dell’azienda, è quello di mettere il cliente – e di conseguenza anche le operazioni – al centro di tutte le decisioni. Il secondo pilastro è quello di trasformare Vueling in un’azienda puramente digitale attraverso metodologie di lavoro “agile”, analisi dei dati e processi decisionali rapidi.
Terzo: creare ecosistemi di innovazione aperta nei territori in cui la Compagnia opera, al fine di lavorare con altre realtà rilevanti in questo ambito, apprendere e contribuire a trovare idee e soluzioni in grado di sostenere, tra le tante cose, lo sviluppo dell’industria aeronautica o del turismo.

Con il lancio di questo programma, Vueling continua a mostrare lo spirito e l’impegno nell’innovazione, elementi che la contraddistinguono fin dalla sua nascita 15 anni fa. In questo senso, la compagnia aerea è stata un pioniere nell’introduzione di tecnologie che hanno cambiato il rapporto e la comunicazione con il cliente: ad esempio il lancio in Spagna della prima app mobile in grado di effettuare la vendita e la fatturazione dei biglietti, l’incorporazione delle carte d’imbarco in uno smartwatch, l’installazione di prese USB e prese di corrente nei sedili dei veivoli, o la possibilità di nuovi metodi di pagamento mobile che consentono a Vueling di stare al passo delle necessità dei clienti.

“Nel DNA di Vueling la percentuale di portata innovativa è davvero alta. Siamo nati come start-up che ha introdotto molti cambiamenti – soprattutto qui a Barcellona – e a distanza di 15 anni vogliamo continuare a essere un punto di riferimento nel nostro settore “, afferma Jorge Saco, Chief Corporate Officer della compagnia e responsabile per le aree di innovazione. E aggiunge: “l’innovazione non è solo guardare e lavorare al futuro ma è anche la chiave per migliorare il presente”. Per fare ciò, Vueling basa gran parte della sua attività sullo sviluppo di proposte reali, che consentono di migliorare il servizio passeggeri e le operazioni a breve termine.

Il primo pilastro del programma Vueling INN|UP è rappresentato dalla volontà di mettere il cliente al centro di tutte le decisioni, in linea con gli obiettivi dell’azienda di diventare la prima compagnia low cost in Europa nel 2023 per esperienza di volo. Pertanto, sono stati messi a punto diversi progetti che consentono a Vueling di posizionarsi come punto di riferimento nell’implementazione delle ultime tecnologie, sia per il miglioramento dell’esperienza del cliente in condizioni normali sia in quei “momenti di verità”, in cui l’obiettivo principale è che il cliente soffra il meno possibile dell’incidenza dell’ambiente.

L’uso della tecnologia e dell’intelligenza artificiale (Smart Chatbot) per rendere ancora più semplice l’esperienza di viaggio, postazioni più veloci e comode per gestire i processi di fatturazione, o una nuova piattaforma digitale CRM on-board attraverso la quale l’equipaggio può offrire un servizio più personalizzato grazie a una maggiore conoscenza delle esigenze del passeggero, sono solo alcune delle tecnologie con le quali l’azienda conta già sia nelle fasi precedenti al volo sia a bordo.

A queste si aggiungono altri progetti sviluppati per consentire al cliente di gestire il proprio tempo in modo più efficiente anche nelle situazioni di difficoltà: Do it yourself, uno strumento che consente di gestire autonomamente le alternative disponibili in caso di imprevisti; “E-Voucher”, un buono che viene inviato direttamente ai dispositivi mobile del passeggero – a condizione che Vueling abbia un telefono cellulare o un indirizzo e-mail – e che può essere utilizzato per avere snack, cibo o un alloggio provvisorio, riducendo i tempi di gestione.

Inoltre, Vueling ha sviluppato diversi sistemi che aiutano a migliorare l’operatività e permettono una maggiore capacità di adattamento e, soprattutto, la possibilità di anticipare i diversi scenari e le sfide presentate dal complesso ambiente aeroportuale. Esempi di questo sono iOCC, un sistema digitale per l’automazione dei più basilari processi di Operational Control Center (OCC) che consente al team responsabile della gestione delle operazioni in tempo reale di ottimizzare i processi decisionali.

Vueling INN|UP la compagnia impegnata a realizzare un importante progetto di trasformazione. “Per innovare e offrire soluzioni all’avanguardia non solo per il settore ma anche per i nostri clienti, è essenziale riuscire ad adattarsi continuamente all’ambiente che ci circonda oltre che adattare il nostro modo di lavorare”, afferma Jorge Saco. In base a questa premessa, la società ha definito per tutti i suoi reparti una metodologia di lavoro basata sull’ “Agility” e un rapido processo decisionale, nella visualizzazione e nell’analisi dei dati e nel mantenimento di un ecosistema interconnesso tra le diverse aree, per ottenere una migliore capacità di analisi e gestione.

L’open innovation è il terzo pilastro del programma. “Siamo ben consapevoli che per essere in grado di sviluppare e presentare soluzioni innovative, il nostro know-how non è più sufficiente. É necessario andare oltre i limiti dell’azienda e promuovere la cooperazione con organizzazioni o professionisti esterni” afferma il responsabile del programma Vueling INN | UP. In questo contesto, Vueling collabora attivamente con prestigiose università (come MIT o UPC), business school, start-up, fondazioni (Mobile World Capital) e, naturalmente, con altre aziende leader nei loro settori (Amazon, Google, Microsoft o General Electric). Solo attraverso questo ambiente collaborativo è possibile creare un ecosistema di innovazione aperta che, attraverso la cooperazione e lo scambio di conoscenze, partecipi in modo decisivo allo sviluppo di settori chiave nel presente e nel futuro, come ad esempio l’aviazione e il turismo.

Il lancio di Vueling INNUP fa parte del 15° anniversario della compagnia aerea. Quindici anni in cui l’obiettivo di Vueling è stato quello di rendere democratico il trasporto aereo e avvicinarlo a quante più persone possibili, rendendolo più accessibile e dandogli un’immagine fresca, coinvolgente e innovativa. Tutto questo, con un chiaro impegno per le nuove tecnologie. In soli 15 anni, Vueling è diventata una realtà consolidata, passando da 400.000 passeggeri trasportati nel 2004 a più di 32 milioni nel 2018 e da 2 a 120 aerei.

News Correlate