Atlantia si tira fuori dal dossier Alitalia. Di Maio: manca un socio per il 15%

Atlantia ribadisce la sua posizione sul dossier Alitalia: non intende salire a bordo. Ma il vicepremier Luigi Di Maio rassicura: per completare la compagine che prenderebbe in carico la compagnia manca solo un socio al 15% e comunque in questi giorni “i commissari stanno valutando, e le offerte stanno arrivando”. Insomma per Di Maio “non manca il 40%, assolutamente no. Si può arrivare anche al 15% in questo momento in base a quello che stiamo vedendo della torta”.

“Abbiamo tanti fronti aperti al momento che non possiamo pensare di impegnarci su un altro fronte così complesso come Alitalia”, ha detto l’ad del gruppo, Giovanni Castellucci, in occasione della mostra ‘Le Ali di Leonardo. Il Genio e il Volo’ all’aeroporto di Fiumicino per celebrare l’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. “Ci auguriamo che Alitalia possa trovare un suo assetto definitivo”, ha aggiunto Castellucci, sottolineando anche che il futuro di Aeroporti di Roma non è particolarmente legato a quello della ex compagnia di bandiera. “Adr ha un appeal a livello globale talmente elevato che il suo futuro non è cosi determinato dalle vicende di Alitalia”, ha detto.

E a proposito di Atlantia, stamattina parlando a Radio 24 il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, ha detto: “la questione Alitalia è gestita dai Commissari e da Fs. Altro ambito è il Ponte Morandi, con la Commissione ad hoc al Mit. Sono due cose diverse, due dossier che vengono valutati singolarmente”. “Gli investitori e i finanziatori ci sono, ne manca uno”, ha proseguito il ministro, confermando le parole di Luigi Di Maio. “I Commissari e le Ferrovie ci stanno lavorando. Dateci tempo fiducia per chiudere un dossier che non è affatto semplice. Ci sono interlocuzioni e trattative importanti”, ha concluso ribadendo che al centro dell’attenzione del governo ci sono i dipendenti e l’immagine di Alitalia.

“Confidiamo in una proroga di qualche settimana”, ha invece detto Fabio Lazzerini, Chief Business Officer della compagnia, presentando alla stampa italiana e americana, all’ambasciata d’Italia a Washington, il nuovo volo tra Roma e la capitale americana. “Manca ancora un investitore”, ha spiegato. “Nel frattempo continueremo ad operare business as usual”, ha precisato, illustrando i risultati positivi del primo trimestre.

Sulla delicata vicenda di Alitalia è intervenuto anche il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, augurandosi che “da cittadino italiano” il governo riesca a trovare una soluzione per la ex compagnia di bandiera.

 

News Correlate