Expo 2020, il padiglione Emirates svela il futuro del trasporto aereo

Emirates ha presentato i dettagli del suo padiglione ultramoderno costruito appositamente per Expo Dubai 2020. Il design del Padiglione di Emirates e l’esperienza dei visitatori saranno caratterizzate da tecnologie interattive incentrate sul futuro dell’aviazione.

Emirates ha già aperto il sito su cui sorgerà il padiglione, con la costruzione che è iniziata nel marzo 2019. “Oggi siamo orgogliosi di presentare i primi dettagli del Padiglione Emirates, che celebra i temi di Expo Dubai 2020. L’obiettivo del nostro padiglione è molto in linea con quello di Expo Dubai 2020: stimolare le connessioni, creare esperienze e promuovere creatività e innovazione, ispirando un impegno per un futuro migliore. Si stima che l’impatto economico del settore dei trasporti, dell’ospitalità e del turismo contribuirà con circa 4 miliardi di euro all’economia degli Emirati Arabi Uniti, sottolineando gli importanti ruoli che queste industrie svolgono: non sanno solo generare valore economico, ma anche riunire le persone e abbattere le barriere”, ha detto lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente e ad di Emirates e del Gruppo.

Expo Dubai 2020, che si svolge da ottobre 2020 ad aprile 2021, è un evento da non perdere con una serie di esperienze uniche in 190 padiglioni, e un ricco programma di intrattenimento con eventi dal vivo ogni giorno: sfilate, musica e festival culturali, dibattiti stimolanti, workshop e altro ancora. Gli amanti del cibo e i buongustai alla ricerca di idee culinarie innovative potranno assaggiare le cucine di ogni angolo del mondo, con oltre 200 esperienze culinarie dai food truck ai ristoranti raffinati e 34 concetti alimentari “mai visti prima”.

Sviluppato sui 3 temi di Expo Dubai 2020 – mobilità, opportunità e sostenibilità – il padiglione Emirates è stato progettato per riflettere le linee dinamiche delle ali degli aerei pronti a prendere il volo. Le 26 pinne architettoniche inclinate che coprono l’intera struttura del padiglione ospiteranno oltre 800 m di luci a LED per creare effetti e movimenti multisensoriali in tutta la struttura, messi in mostra dai luminari durante tutte le sere di Expo.

La struttura multifunzionale a tre piani da 3.300 mq si trova nelle immediate vicinanze del padiglione UAE e a pochi passi dal padiglione Al Wasl, l’epicentro del sito di Expo 2020 Dubai. Il Padiglione Emirates avrà la capacità di accogliere oltre 56.000 visitatori al mese durante Expo 2020 Dubai.

Il padiglione Emirates offrirà uno sguardo sul mondo in evoluzione dell’aviazione civile e contribuirà a guidare la discussione sulla potenza della mobilità e suoi progressi sia in aria che a terra, che rappresentano i principali strumenti che consentiranno alla connettività fisica delle persone e dei prodotti di muoversi in un modo moderno, efficiente ed ecologicamente sostenibile.

Il Padiglione Emirates contribuirà a raccontare la storia di come potrebbe essere l’aviazione commerciale in futuro- attraverso argomenti che includono la scienza del volo, i progressi nelle tecnologie dei motori, nuovi materiali aerospaziali che aumentano le prestazioni e riducono il consumo di carburante, interni innovativi della fusoliera focalizzati sull’elevazione del comfort e del benessere dei passeggeri e il futuro dell’esperienza dei passeggeri negli aeroporti.

Si stima che il 70% dei visitatori dell’Expo Dubai 2020 si recheranno all’evento attraverso collegamenti aerei nel corso dei 6 mesi, e tramite il network di Emirates – composto da 158 destinazioni in 86 paesi – contribuirà a facilitare questa mobilità e sostenere l’Expo nell’attrarre i 25 milioni di visitatori previsti. Dei 190 paesi che hanno confermato la loro partecipazione a Expo 2020, Emirates contribuirà a facilitare i collegamenti con voli diretti da 67 paesi partecipanti, e la compagnia aerea continua a valutare opportunità per nuovi servizi di volo verso mercati inutilizzati o sotto serviti per stimolare il traffico e sviluppare collegamenti passeggeri con Dubai.

 

News Correlate