Di Maio proroga tempi per offerta Alitalia ma si punta a escludere Atlantia e Toto

Nessuno scambio con Atlantia. Anzi il vicepremier e capo del movimento 5 Stelle Luigi Di Maio sarebbe “contento” se Alitalia si salvasse senza l’aiuto del gruppo controllato dalla famiglia Benetton.  Al termine di una lunga intervista con Lucia Annunziata, il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico esclude scambi fra l’ingresso di Atlantia in Alitalia e la conferma da parte del Governo delle concessioni autostradali alla sua controllata Autostrade per l’Italia. Per Luigi Di Maio sarebbe “bene” evitare che Atlantia, ma anche il Gruppo Toto, entrino fra i soci della nuova Alitalia. Un “desiderata” che Fs e i commissari dovranno tenere in conto tanto più che, nei giorni scorsi, il ministro dello Sviluppo economico ha allungato al 15 giugno termine per la presentazione dell’offerta da parte di Fs.

Una proroga che però non è piaciuta ai sindacati che hanno subito richiesto una convocazione da parte dello stesso Di Maio, perché fornisca spiegazioni su quanto sta accadendo. A ribadire un allarme ormai quotidiano per la difficoltà di trovare una soluzione sono la Fit Cgil e la Uilt, mentre il ministro delle Politiche agricole e del turismo, Gian Marco Centinaio, a margine dell’assemblea di Federalberghi torna sull’ipotesi Lufthansa, ma solo se in cordata con operatori italiani: “Andrebbe benissimo se Lufthansa entrasse in una cordata dove ci fosse comunque buona parte di operatori italiani. Ben venga, non ci sono problemi”, ha chiarito il ministro.

 

News Correlate