Russia, l’ultima frontiera del turismo sono le crociere di lusso nell’Artico

Navi da crociera, di lusso, sull’Artico. È l’ultima frontiera del turismo russo. La United Shipbuilding Corporation (USC), holding russa gestita dallo Stato, ha presentato alcuni design per diverse navi da crociera, finalizzati a trasportare i viaggiatori attraverso le acque dell’Artico russo. La società vede lo sviluppo delle crociere artiche come un obiettivo prioritario per le attuali condizioni di mercato.

Tre i modelli svelati: Almaz, Vimpel e Iceberg (tutti progettati dalle filiali della compagnia). Con un prezzo di listino di circa 300 milioni di dollari ciascuno, le navi – capaci di trasportare fino a 350 passeggeri, dunque piccole se paragonate ai giganti dei mari – punteranno ad una clientela di un certo tipo. “Avranno un ponte per elicotteri, deflettori del ghiaccio, eliche oscillanti, interni a cinque stelle e aree pubbliche con casinò, se consentito dalle attuali disposizioni di legge”, ha detto il ceo Aleksey Rakhmanov, sottolineando che i casinò potrebbero aumentare il ritorno degli investimenti.

News Correlate