mercoledì, 16 ottobre 2019

Battisti incontra Patuanelli, richiesta proroga al 31 ottobre

L’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti ha incontrato il neo ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli per fare il punto sul dossier Alitalia. L’incontro si è svolto dopo il cda di Fs, che ha deliberato sulla richiesta di una proroga della scadenza del 15 settembre per l’offerta vincolante e il piano industriale per la nuova compagnia. Le Ferrovie, capofila della cordata con Delta, Atlantia e Mef, avrebbero chiesto un altro mese e mezzo di tempo: ora deve partire la lettera indirizzata ai commissari, che a loro volte sentiranno il Mise, cui spetta la decisione definitiva sulla proroga.

Ma secondo quanto scrive Il Messaggero, alla base della richiesta di proroga, concordata con Atlantia, dal 15 settembre al 31 ottobre, ci sarebbe un passo indietro del Ministero del Tesoro. “Con riferimento alla partecipazione all’operazione del Mef, che è il presupposto alla firma del contratto – scrive Battisti nella lettera inviata al Mise, ai commissari e a Rothschild – a seguito di alcuni recenti incontri/interlocuzioni, il Mef ha in via informale manifestato il proposito di formalizzare il coinvolgimento subito dopo l’eventuale sottoscrizione del Contratto”. I commissari comunicheranno nel week end la decisione: difficile venga accolta in toto la richiesta, scrive ancora il quotidiano che spiega: “non è difficile intuire la ragione della frenata di Giovanni Tria prima che lasciasse la guida di Via XX Settembre: l’ex ministro non aveva mai pienamente condiviso la decisione di Luigi Di Maio di far scendere in campo lo Stato, per cui poco prima di lasciare la guida del ministero ha preferito prendere le distanze da un’operazione il cui esito è tuttora in stand by”.

News Correlate