Centinaio alla cena di gala Astoi: presto tavolo di confronto con i TO

Si è concluso l’evento dedicato ai Consigli Direttivi e alle Assemblee Astoi Confindustria Viaggi e del Fondo Astoi a Tutela dei Viaggiatori alla cui cena di gala ha partecipato anche il ministro Gian Marco Centinaio.

“L’evidente rilevanza che il mercato del turismo – dice Centinaio – ha per l’economia del nostro Paese è nota a tutti. Questo settore rappresenta una sfida per la politica nazionale e un nuovo tentativo di rilancio di un comparto dallo spiccato potenziale, che però non è stato ancora in grado di esprimere in termini economici tutta la sua capacità produttiva. La domanda turistica è oggi più complessa rispetto al passato. Sono cambiate le esigenze dei viaggiatori e i turisti chiedono un’offerta ampia e diversificata. In quest’ottica si colloca il lavoro dei tour operator, e il nostro obiettivo è arrivare presto a un tavolo di confronto con tutte le categorie del turismo, aperto nello specifico ai tour operator e alle agenzie che fanno outgoing per discutere con loro delle priorità legislative e di promozione. Personalmente ritengo, dalla mia esperienza, che i tour operator siano fondamentali per il settore turistico ed è importante la collaborazione con questi professionisti, nonché la ricerca di soluzioni condivise per lo sviluppo del comparto. Si tratta di imprese che, in un momento particolare come questo, stanno dimostrando competenza e capacità di fare consulenza”.

“La presenza del ministro Centinaio – dice il presidente Astoi Nardo Filippetti – è a noi particolarmente gradita, in quanto testimonia la volontà di rafforzare il legame con il comparto del tour operating e di lavorare insieme. Abbiamo avviato un dialogo con il ministro e il suo staff sin dal suo insediamento. La presenza, a fianco del ministro, di Giorgio Palmucci, nostro consigliere e presidente di Enit, ci fa ben sperare anche in un rilancio effettivo ed efficace dell’Ente di promozione del nostro Paese. Siamo particolarmente lieti, inoltre, dell’iniziativa legata all’apertura di un tavolo con le nostre imprese. Il ministero ha già avviato una serie di riforme per lo sviluppo del turismo incoming e ci auguriamo possano seguire presto provvedimenti utili ad amplificare il potenziale del comparto outgoing, di cui ASTOI rappresenta una fetta molto rilevante”.

News Correlate