Le priorità di Centinaio: lavoro e voucher. E nel 2021 convegno mondiale su enoturismo

“Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte mi ha chiesto un elenco di priorità per il settore del turismo. Una delle priorità penso che sia proprio quella del lavoro”. Lo ha detto il ministro del turismo, Gian Marco Centinaio, a margine dell’incontro organizzato da Federalberghi Garda Veneto a Lazise. “Penso – ha aggiunto Centinaio – ai contratti a tempo determinato, penso anche alla proposta fatta a inizio legislatura sui voucher nel turismo, che erano stati annunciati e poi invece non sono andati nella direzione che voleva il settore”.

Quindi, duranti i lavori di Anteprima Amarone a Verona, Centinaio ha annunciato che è imminente il decreto attuativo sulla legge dell’enoturismo. ”Abbiamo finito la parte amministrativa del decreto di attuazione della legge sull’enoturismo. Manderemo nei prossimi giorni una bozza del testo agli stakeholder per avere spunti di riflessione. Vogliamo sapere se abbiamo scritto castronate, vogliamo un testo concertato da mandare subito alla Conferenza Stato -Regioni. L’obiettivo del provvedimento è che l’enoturismo diventi un punto di forza del Made in Italy”. Peraltro, ha annunciato ancora il ministro Centinaio, ”nel 2021 l’Italia ospiterà il convegno mondiale sull’enoturismo. Lo abbiamo appena saputo dall’organizzazione preposta dall’Unwto. Gli spagnoli lo hanno fatto a Madrid, noi dobbiamo ragionare su dove farlo. Verona già si candida, e qui ci sono buone sinergie col territorio e tra vino e altre eccellenze agroalimentari. L’enoturismo è importante perché permette al consumatore di sapere cosa sta bevendo. E il vino è il prodotto che più fa sognare i turisti”.

 

News Correlate