Il design per dare nuova identità all’offerta alberghiera italiana

Anche quest’anno Confindustria Alberghi ha partecipato a ‘Hotel & Tourism Forum’, a Milano dall’8 al 14 aprile presso il Lambrate Design District.

Nella giornata di apertura, la vicepresidente Carmela Colaiacovo assieme a Palmiro Noschese, Managing Director Italy Meliá Hotels International, e Giovanna Manzi, ceo Best Western Italia, hanno dato vita a “The vision – hospitality investment & design” un percorso a 360° attraverso le sfide del settore condotto dal giornalista Claudio Calì.

“Hotel and tourism forum è un appuntamento interessante per l’industria alberghiera e per tutto quanto tra arredo, design, servizi, costruzioni e investimenti, ruota intorno ad essa – ha sottolineato Colaiacovo -. Le dinamiche del mercato spingono gli operatori verso modelli di accoglienza sempre più articolati ed interessanti, fortemente legati al territorio ma anche aperti a nuovi format capaci di far vivere un’esperienza di soggiorno piena ed appagante. Non a caso Hotel and Tourism Forum, si svolge nella settimana del Salone, nella consapevolezza che arredo e design siano la lingua con cui l’albergo comunica agli ospiti la propria identità. Un linguaggio internazionale della bellezza e dell’accoglienza che in Italia sappiamo usare molto bene”.

“Essere parte attiva di “The Vision – Hospitality Investment & Design” è un piacere ed una grande opportunità: un momento di confronto e di informazione per le strutture private che vogliono contribuire alla crescita del settore alberghiero italiano, attraverso la valorizzazione del patrimonio immobiliare, la creazione nuovi concetti di impiego dello spazio, del tempo, dell’esperienza di viaggio ma anche al piacere della scoperta dei luoghi e del comfort. Cogliere oggi tutte le possibilità che vengono offerte agli operatori del settore a sostegno delle loro attività, è una chiave essenziale per il futuro”, ha aggiunto Noschese.

Infine, per Manzi, “il design è una traiettoria di sviluppo per gli hotel: è d’impatto, fa ricordare e fa ritornare il cliente. Per questa ragione in Best Western da oltre 3 anni anche il design è diventato uno standard di qualità. Resta inteso che anche in questo ambito è necessario il ricorso alle competenze: occorre che i progetti siano concepiti e finalizzati da architetti e designer con una specifica esperienza nel settore dell’ospitalità”.

News Correlate