Enit: boom di stranieri a Pasqua, sold out le mete culturali, religiose, balneari  

Arriveranno soprattutto da Russia e Stati Uniti i turisti stranieri che trascorreranno la primavera nel Belpaese: nelle prenotazioni aeree fino ai primi di maggio mostrano una crescita di arrivi aeroportuali rispettivamente del +10,4% e +6,2%.

Ma in generale gli stranieri dimostrano di amare molto l’Italia, soprattutto in questa stagione. Dai dati dell’Ufficio Studi di Enit sulle prenotazioni rilevate su Expedia al 15 aprile, infatti, l’81% delle strutture ricettive nelle 67 destinazioni leader del turismo italiano monitorate risultano già opzionate per la settimana di Pasqua. In testa con il 95% di prenotazioni le mete del turismo culturale e religioso come Assisi, Matera e Trieste, quelle balneari delle Cinque Terre e Lignano Sabbiadoro mentre tiene ancora la montagna con Madonna di Campiglio e Selva di Val Gardena.

“L’Italia è ben venduta all’estero – afferma Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo di Enit Agenzia Nazionale del Turismo – grazie anche alla rete di tour operator che veicolano la commercializzazione delle nostre mete turistiche con i quali le 30 sedi hanno stretto azioni concrete di supporto alle vendite. Se un terzo dei tour operator mondiali che vendono l’Italia danno la Pasqua 2019 come stabile rispetto allo scorso anno, ben il 54,8% indica un trend di totale crescita. Oltreoceano gli operatori segnalano tutti un aumento e solo l’Argentina indica un lieve calo del venduto per la prossima Pasqua”.

 

News Correlate