Al via nuove sinergie turistiche con la Cina: a Roma firmati accordi con Ctrip

La Cina oggi è il primo mercato per spesa turistica con 228 miliardi di euro, con una classe media emergente sempre più interessata a viaggiare e dall’alto potere di acquisto. In Italia i turisti cinesi sono la prima nazionalità del Tax Free Shopping, con il 30% del mercato.

Oggi al Campidoglio, in un incontro organizzato da Fondazione Italia Cina insieme a Roma Capitale, alla presenza dell’assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro di Roma Carlo Cafarotti, sono stati siglati una serie di protocolli d’intesa con Ctrip, la più grande agenzia di viaggi online dell’Asia, colosso del settore Travel con un fatturato di 88 miliardi di dollari (2017) e 300 milioni di utenti.  Tra questi accordi anche quello di Federturismo, Sea Aeroporti di Milano, Trenitalia, Comune di Roma, Regione Toscana e Umbria.

La nuova “Via della Seta” rappresenta per  l’Italia, ma anche per  l’Europa, un grande  progetto economico in grado di migliorare la connettività al gigante economico asiatico attraverso la costruzione di infrastrutture, ferrovie e porti. L’impegno è che la firma del memorandum sia accompagnata da una strategia di promozione accurata e condivisa con tutto il sistema delle imprese che operano sul mercato.

Inoltre, oggi pomeriggio, alle 16 all’Hassler Hotel di Roma, è in programma un focus dedicato ad accordi bilaterali e prospettive di sviluppo sul turismo tra Italia e Cina. Parteciperanno Ugo de Carolis, ceo di Adr; Serafino Lo Piano, responsabile vendite Long-Haul Trenitalia; Michele Pignatti Morano, responsabile Musei Ferrari; Maria Carmela Colaiacovo, vice-presidente Confindustria Alberghi; Damiano De Marchi, ricercatore Senior Ciset- Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica; e Jane Jie Sun, ceo di Ctrip.com.

L’evento su “Accordi bilaterali e prospettive di sviluppo sul turismo tra Italia e Cina”, consisterà in due parti. All’inizio verranno siglate delle intese strategiche tra Ctrip – la più grande agenzia di viaggi online dell’Asia, con fatturato di 88 miliardi di dollari e capitalizzazione di mercato pari a 18 miliardi di dollari – e tre eccellenze dell’industria italiana del travel e del turismo: Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari.

A seguire, Jane Jie Sun presenterà il gruppo Ctrip e parlerà delle prospettive di crescita di Ctrip in Italia; Ugo De Carolis, Serafino Lo Piano, Michele Pignatti Morano e Maria Carmela Colaiacovo presenteranno rispettivamente le loro strategie nel mercato cinese. A concludere i lavori, Damiano De Marchi farà una quadro riassuntivo sugli aspetti macro-economici dei rapporti Italia-Cina nel settore turistico.

Complessivamente sono oltre 130 milioni i cinesi che annualmente si recano all’estero per turismo o per lavoro, ma di questi circa il 13% arriva in Europa e solo una piccola parte degli 1,4 milioni che visitano il nostro paese atterra direttamente nel Belpaese.

 

News Correlate