domenica, 8 dicembre 2019

Monito dell’Ue a Ryanair: rispetti diritti paese lavoratori

Ryanair deve “assicurare il pieno rispetto della legislazione Ue” come tutte le compagnie aeree e “questo è qualcosa che i lavoratori non devono negoziare e che non può neanche essere rinviato a una data ulteriore”. È il monito rivolto dalla commissaria Ue al lavoro Marianne Thyssen al numero uno di Ryanair Michael O’Leary che ha incontrato stamattina a due giorni dal maxi sciopero europeo indetto dai lavoratori della compagnia aerea. Le regole sui contratti sono chiare, ribadisce: “non è la bandiera dell’aereo che determina la legislazione” ma “il posto in cui il lavoratore parte la mattina e torna la sera senza che il datore di lavoro ne paghi le spese”. E il mercato interno non può essere una giungla.

“Sono stata molto chiara con il signor O’Leary oggi”, ha avvertito la commissaria Ue. “Non sono contro Ryanair o contro il modello low cost” ma, ha aggiunto Thyssen, “con un grande successo viene anche una grande responsabilità”, senza contare che il mercato interno Ue presenta “regole chiare su un’equa mobilità del lavoro e protezione dei lavoratori”.

News Correlate