Ritardi aerei, da Camera ok a rimborsi

Sanzioni nel caso in cui il ritardo è dovuto direttamente dalla compagnia

Sanzioni pecuniarie per le compagnie aeree che dimostrano scarsa sensibilità quando i propri passeggeri restano a terra per ore per cause imputabili ai gestori dei voli: è quanto prevede un ordine del giorno al decreto Tirrenia, accolto dalla Camera. "Il rimborso del prezzo del biglietto aereo per ritardi superiori a due ore o per cancellazioni ingiustificate è una questione di serietà", sostiene Angelo Compagnon (Udc), che è membro della Commissione Trasporti della Camera e primo firmatario del documento. "Un conto sono le cause di forza maggiore legate a questioni di sicurezza – ritiene Compagnon – un conto sono invece i ritardi provocati per responsabilità diretta delle compagnie stesse. I danni, personali ed economici, che gli utenti patiscono, vanno risarciti in modo totale o parziale in proporzione all'entità e alla gravità del ritardo".

News Correlate