giovedì, 18 aprile 2019

Sardegna, Corsica-Baleari chiedono all’UE più tutele per le isole. Si unisce anche Sicilia

Sardegna, Corsica e Baleari hanno unito le forze per chiedere ai propri governi e all’Europa di riconoscere le difficoltà che derivano dalla loro condizione d’insularità, mitigandone gli svantaggi legati ad esempio ai trasporti o alle forniture energetiche. Ogni regione invierà un testo condiviso al proprio governo centrale con queste richieste.

“Un testo che manderò io con orgoglio e contentezza – ha sottolineato Francesco Pigliaru, presidente della Regione Sardegna – Sono contento di presentare qui questa iniziativa, conclusione di un lavoro durato un paio di anni. La nostra non è un’iniziativa generica, ma molto specifica – ha aggiunto – il problema dell’insularità è oggi persino più importante di ieri, visto che viviamo molto di trasporti e di reti. Non credo che l’Europa sia indifferente alle nostre problematiche, ma c’è un apparato normativo inadeguato – ha precisato Pigliaru – non ho nessun dubbio che questa lettera sarà fatta propria da chi verrà dopo di me. Fra le pochissime cose sulle quali chiederò al mio successore di dare continuità c’è proprio questo importante rapporto con Corsica e Baleari che abbiamo costruito in questi anni”.
All’iniziativa si è aggiunta anche la Sicilia. “Stiamo aderendo con grande entusiasmo e ne abbiamo fatta menzione durante l’ultima riunione di Giunta. Dopo le lettere dei tre presidenti, anche noi scriveremo al governo”, ha annunciato Gaetano Armao, vicepresidente della Regione.

News Correlate