Sì a cielo unico Ue: saranno tagliati costi e ritardi aerei

Semplificare la gestione del traffico aereo per rendere le compagnie europee più competitive, migliorare l'utilizzo dei cieli e ridurre l'inquinamento. Sono questi gli obiettivi della relazione sul Cielo unico europeo, soprannominato SES2+, approvato a larga maggioranza in prima lettura dal Parlamento Ue.
"La riforma approvata – afferma il relatore del testo, l'eurodeputato del Pd David Sassoli – permetterà di mantenere alti standard di servizi, capacità competitiva e maggiore sicurezza. I risultati immediati saranno l'abbattimento dei costi dei biglietti, il rafforzamento della sicurezza, meno consumi e minori ritardi aerei".   
La riforma proposta da Strasburgo irrigidisce le norme sulla sorveglianza, dando più indipendenza alle autorità aeronautiche nazionali, e promuove la cooperazione tra le autorità dei 28 Stati membri in modo da rendere il controllo e la gestione dello spazio aereo meno frammentato e più efficiente. Per realizzare al meglio questi obiettivi Strasburgo invita la Commissione a creare un organismo indipendente ed imparziale di gestione.

News Correlate