venerdì, 19 aprile 2019

Toninelli accusa Air Italy: prende soldi pubblici e scappa. La replica del vettore

Oltre che contro Tirrenia, il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli nella sua visita a Cagliari si è scagliato anche contro Air Italy in riferimento al bando sulla continuità territoriale aerea della Sardegna vinto da Alitalia con l’abbandono da parte di Air Italy dei collegamenti da Olbia, ‘feudo’ della compagnia fondata più di 50 anni fa in Costa Smeralda dall’Aga Khan.

“La compagnia – ha detto – è sotto monitoraggio da parte del sottoscritto e del Ministero perché sapete tutti che sono stati dati degli aiuti in termini di soldi pubblici e se vengono dati degli aiuti giusti per mantenere in vita una compagnia importante con tanti lavoratori sardi, ora non possono minimamente pensare di andarsene e delocalizzare da un’altra parte perché magari è un po’ più conveniente”.

Immediata la replica del vettore: “abbiamo presentato un’offerta economica valida e coerente con livelli di redditività sostenibili, non possiamo servire rotte che risultano non profittevoli”. Il vettore confida che la Regione “stia vagliando attentamente gli atti del procedimento, effettuando le dovute verifiche sulle offerte presentate, tenendo anche in considerazione la complessiva situazione di Alitalia”. Ed esprime il proprio “rammarico” per l’esito del procedimento, “poiché la perdita della gara ha un impatto significativo sugli interessi sia dell’azienda, sia del nostro personale in Sardegna”.

 

News Correlate