Turisti cinesi, scende spesa tax free ma sale lo scontrino medio

Quello cinese è un mercato in crescita per l’Italia, in particolare per i prodotti di lusso. Nel 2025 si stima che il 46 per cento dei consumatori di beni di lusso proverranno dal Paese asiatico. Ed, intanto, se nel 2018 si è registrato un calo generale del 7% della spesa tax free in Italia, conforta l’aumento in termini di scontrino medio degli acquirenti cinesi che ammonta a 1.070 euro.

La quota cinese degli acquisti di turisti stranieri in Italia si conferma al 30%, mantenendo saldamente il primato della Cina davanti a Russia (13%) e Stati Uniti (10%). Milano rafforza ancora la sua posizione come principale città dello shopping cinese in Italia con il 42% della spesa, seguita a distanza da Roma (18%), Firenze (10%) e Venezia (6%). Inoltre, come ormai da anni, si conferma sempre più in aumento la percentuale di turisti asiatici sul totale dei turisti stranieri in Italia.

L’analisi arriva dal decimo rapporto annuale della Fondazione Italia-Cina, presentato alla Farnesina.

 

 

News Correlate