Ue: se l’aereo ritarda fino a 600 euro di rimborso a pax

Il ritardo dovrà essere superiore alle 3 ore e non dovuto a cause eccezionali

Compensazione pecuniaria per i passeggeri aerei che subiscono ritardi prolungati. Lo ha confermato la Corte di giustizia del Lussemburgo con una sentenza in base a cui i passeggeri che raggiungono la loro destinazione finale tre ore o più dopo l'orario di arrivo originariamente previsto possono chiedere alla compagnia aerea una compensazione forfettaria (tra 250 e 600 euro), salvo che il ritardo non sia dovuto a circostanze eccezionali.

News Correlate