Oggetti dimenticati in treno? FindMyLost e Loco2 aiutano a ritrovarli

Da quando la polizia britannica ha smesso di accettare le denunce di smarrimento o gestire gli oggetti smarriti, l’80% degli adulti del Regno Unito ammette di non sapere cosa fare nel caso in cui ritrovasse effetti personali. Alla domanda su cosa avrebbero fatto gli intervistati se avessero trovato un telefono, hanno affermato che avrebbero fatto una delle 5 seguenti azioni, rendendo quasi impossibile il recupero degli oggetti smarriti: il 48% delle persone avrebbe dato il telefono al personale aziendale; il 23% avrebbe provato a chiamare uno dei contatti in rubrica (se il telefono fosse stato sbloccato e/o carico); il 17% l’avrebbe portato alla polizia; l’8% sarebbe andato sul sito dell’azienda di trasporto ed avrebbe compilato il form per gli oggetti rinvenuti; il 2% l’avrebbe registrato su un sito dedicato agli oggetti smarriti. Le persone di 65 o più anni risultano le più confuse, infatti in 69% di questi afferma che non saprebbe che fare se ritrovasse un cellulare incustodito.

“Gli effetti personali sono spesso dimenticati sui mezzi pubblici – il nostro studio ha rivelato una chiara mancanza di conoscenza tra i passeggeri su come gestire gli oggetti ritrovati e riteniamo sia importante aiutarli a capire i giusti passi da compiere per restituire tali oggetti al loro proprietario.

“Sono sicura che molti abbiano perso qualcosa almeno una volta, il che può davvero rovinare l’esperienza di viaggio. Per questo motivo stiamo cercando di rendere i viaggiatori consapevoli di cosa fare in caso di smarrimento o di ritrovamento di oggetti, nella speranza che possano essere restituiti”, ha detto Catherine Bodry, Head of Travel Support di Loco2.

Da quando la polizia ha smesso di gestire gli oggetti rinvenuti i siti online dedicati al ritrovamento degli oggetti smarriti hanno registrato picchi di caricamento – FindMyLost, sito leader nella gestione degli oggetti smarriti, ha rilevato un aumento pari al 25% in termini di oggetti caricati sulla piattaforma.

“Perdere i propri effetti personali non è solo un inconveniente per molte persone, ma può essere davvero frustrante. Il fatto che qualcun altro abbia il tuo telefono, o la tua borsa, potrebbe rappresentare un grosso problema, soprattutto al giorno d’oggi che i nostri telefoni sono spesso al centro della nostra vita, che si tratti di servizi bancari, e-mail di lavoro, messaggi personali e foto private. Da quando la polizia britannica non ha più la responsabilità degli oggetti smarriti, stiamo assistendo ad un notevole aumento di persone che usano la piattaforma per caricare o cercare gli oggetti – ha detto Elena Bellacicca, CEO & Founder di FindMyLost – Il nostro consiglio è di caricarlo sulla nostra piattaforma al più presto, il che consentirà al proprietario di trovarlo quando lo cercherà online. Una volta individuato, il proprietario dell’oggetto sarà in grado di concordare con il ritrovatore tramite messaggistica un luogo in cui ritirarlo in persona o potrà richiedere che gli venga spedito pagandone i costi, ed eventualmente potrà offrire al ritrovatore una ricompensa, sempre tramite pagamento online”.

La piattaforma di prenotazione treni Loco2 ha collaborato con FindMyLost per mettere in piedi uno studio sugli oggetti più comuni, divertenti e belli dimenticati sui treni.

Oggetti più persi e ritrovati: vestiti ed accessori (soprattutto orologi); borse e valigie (soprattutto trolley); gioielli (soprattutto bracciali); smartphone (soprattutto Android); tablet.

Recentemente cercati dopo esser stati persi: procione; moglie; quadro di Picasso; calze sporche; bottiglie di vino.

Per diminuire la confusione ed aumentare le possibilità che i passeggeri ritrovino gli oggetti dimenticati sui vari treni del Regno Unito e d’Europa, Loco2 ha creato una guida con link dedicati, dove i passeggeri possono registrare gli oggetti persi.

www.findmylost.it

News Correlate