mercoledì, 13 novembre 2019

Quattro squadre di giovani albergatori in gioco per risollevare le sorti di un hotel

Sarà dedicato al settore turismo la seconda edizione di BIG, il Business Game Intergenerazionale organizzato dal Centro di Formazione Management del Terziario. In pratica, ad ogni squadra verrà assegnato un albergo che versa in una condizione di crisi e starà ai giocatori cercare di riportarlo ad avere un buon posizionamento sul mercato.

L’annuncio è stato dato dal direttore generale del CFMT, Nicola Spagnuolo, in occasione di un convegno promosso dal Comitato Nazionale Giovani Albergatori di Federalberghi nell’ambito del SIA Hospitality Design.

“Il game – dice Spagnuolo – è basato sull’integrazione dell’esperienza dei manager con le competenze digitali dei giovani (studenti o laureati) appassionati del mondo business: lo scopo è cooperare per vincere il gioco, per crescere, per acquisire nuove competenze”.

“Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto BIG – spiega Dinno De Risi, presidente nazionale dei giovani albergatori – in quanto crediamo nel valore strategico della collaborazione intergenerazionale, che può offrire un importante contributo sia alla formazione delle giovani leve sia all’aggiornamento dei manager più esperti”.

Il sistema Federalberghi, oltre ad aver collaborato alla fase organizzativa di BIG2019, promuovendo il coinvolgimento degli studenti, delle università e delle imprese, ha anche formato 4 squadre, che vestiranno la maglia i comitati giovani albergatori della Lombardia, della Puglia, della Toscana e del Trentino.

News Correlate