domenica, 17 novembre 2019

Boom di turisti al ristorante: in estate cresce l’occupazione nei pubblici esercizi 

È vincente per bar, ristoranti, discoteche e stabilimenti balneari l’estate della condivisione sui social di foto di piatti e del cibo, prima voce di spesa nel budget del turista. A guadagnarci è anche l’occupazione con un 13% in più di lavoratori rispetto alla media annua nei 4 mesi estivi. Tra le professioni più richieste il cameriere di sala e il banconiere di bar. A seguire il cameriere di bar, aiuto cuoco, barista, banconiere di gelateria, cuoco di ristorante, cuoco pizzaiolo, banconiere di tavola calda e cuoco di albergo.

La stagione, che ha come preferenze nelle vacanze il piatto unico (meglio se vegetariano e in seconda battuta pasta e pesce con un calo del consumo di carne), ha visto stimare una spesa per pranzi e cene in locali e ristoranti in 6,5 miliardi con 11 milioni di italiani in vacanza solo nel mese di agosto.

Dati alla mano, i pubblici esercizi, nel solo mese di agosto, in controtendenza con i dati nazionali Istat, registrano oltre 925.000 lavoratori dipendenti occupati (12.000 in meno rispetto al precedente mese di luglio), che sommati ai lavoratori indipendenti, 416.000, arrivano a circa 1,3 milioni di occupati. Entrando poi nel dettaglio dei numeri Fipe emerge che la stragrande maggioranza dei lavoratori dipendenti lavora nei ristoranti: 575.544 occupati, poco più del 62% del totale, 302.847 lavorano nei bar, 41.710 negli stabilimenti balneari e 5.361 nelle discoteche.

Inoltre Fipe fa sapere che a luglio 2019 nei bar ristoranti e pizzerie i prezzi sono stabili: la variazione è dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,4% rispetto allo stesso mese di un anno fa.

 

News Correlate