mercoledì, 13 novembre 2019

Airbnb in tribunale a New York

Passaggio decisivo in tribunale per Airbnb che potrebbe determinare le prospettive a New York, il suo mercato maggiore, e fissare un precedente per le altre città. I legali del sito di affitti di case e camere presentano il loro caso alla corte suprema di New York, che dovrà valutare se le modalità in cui opera rispettino o meno le leggi locali per gli alberghi.    
Secondo il procuratore generale di New York, Eric Schneiderman, i due terzi degli appartamenti affittati da Airbnb a New York sono illegali. La legge a New York vieta l'affitto della propria casa per un periodo inferiore ai 30 giorni a meno che il proprietario non sia presente.
Airbnb respinge le accuse e l'interpretazione della legge, che non dovrebbe applicarsi a chi occasionalmente affitta la propria casa.
La decisione della Corte di New York potrebbe fissare un precedente per una società in ascesa come Airbnb, entrata nel 'club' delle miliardarie della Silicon Valley con 10 miliardi di dollari di valore, ovvero più di alcune grandi catene alberghiere quali Wyndham Worldwide che ha un valore di mercato di 9,4 miliardi di dollari, o Hyatt Hotels valutata 8,4 miliardi di dollari.

News Correlate