sabato, 16 febbraio 2019

Israele torna in Bit con focus sull’Eurovision Song Contest

L’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo sarà presente alla Bit di Milano insieme a 14 partner dell’industria turistica israeliana. Durante le giornate della fiera Bit saranno illustrate al pubblico di operatori e viaggiatori le ultime novità della destinazione, che anno dopo anno continua a assistere ad un incremento del numero dei turisti.

Un focus speciale sarà riservato quest’anno a Tel Aviv, in vista dell’Eurovision Song Contest del prossimo maggio e del compleanno della città che nel 2019 compie 110 anni. Non bisogna poi dimenticare gli altri prodotti di punta, tra cui Two Sunny Cities One Break, l’abbinata Tel Aviv-Gerusalemme in un unico citiesbreak, entrato ormai nell’immaginario degli italiani, il deserto del Negev ed Eilat, sempre più facilmente raggiungibili dopo l’apertura dell’aeroporto Eilat-Ramon. A questa attività si aggiunge la novità della promozione di Israele come meta perfetta per il mondo MICE, grazie alle strutture di ottimo livello e alla possibilità di visitare, anche in poco tempo, le più importanti attrazioni turistiche.

“Anche quest’anno BIT è l’appuntamento ideale per rafforzare le nostre solide relazioni con tour operator, agenti di viaggio, media e clienti finali. Il 2018 è stato un anno molto positivo per il turismo in Israele e l’Italia si è confermata un mercato chiave per la destinazione con 150.600 arrivi, con un complessivo aumento del 40% rispetto all’anno precedente. I primi risultati del 2019 sono poi davvero di buon auspicio: ben 11.700 turisti dall’Italia con una crescita del 31% rispetto a gennaio 2018 e dell’83% rispetto a gennaio 2017. L’andamento delle prenotazioni comunicato dagli operatori fanno prospettare un anno davvero positivo”, afferma Avital Kotzer Adari, direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.

Per celebrare l’Eurovision Song Contest, che si terrà per la prima volta a Tel Aviv il 14, il 16 e il 18 maggio 2019, l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo organizza in Bit uno speciale brindisi con DJ set dal vivo, in programma lunedì 11 febbraio dalle 17 presso lo Stand. Per l’Eurovision sono attesi in Israele oltre 20.000 visitatori ed oltre 2.500 giornalisti, mentre sarà seguito in diretta da milioni di spettatori in tutto il mondo. La manifestazione contribuirà ulteriormente alla crescita degli arrivi turistici nel Paese e si stima che potrà generare profitti fino a 100 milioni di NIS (circa € 24.000.000).

Intanto, continua la promozione delle città di Tel Aviv e Gerusalemme che rappresenta una delle priorità per l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. La campagna Two Sunny Cities One Break, supportata da un sito dedicato con offerte di viaggio, invita i viaggiatori a scoprire le due città in un unico citiesbreak, Tel Aviv, scelta nel 2018 da Condenast Traveler come destinazione TOP per l’estate e Gerusalemme, scelta nel 2018 da Euromonitor International, provider di analisi di mercato, come una delle 10 migliori città al mondo da visitare.

Anche quest’anno continua il focus dell’Ufficio del Turismo sulla promozione del Negev, destinazione perfetta per gli amanti dell’avventura e dell’aria aperta, che potranno scoprire questa superficie di circa 13.000 km² tra meraviglie geologiche, siti archeologici, riserve naturali dove dedicarsi a escursioni, ciclismo, gite a dorso di cammello o appassionanti safari nel deserto. A soli 90 minuti di auto da Gerusalemme e Tel Aviv, il Negev è facilmente raggiungibile per chi vuole unire questi panorami mozzafiato alla scoperta delle due città.

Il Negev non è mai stato così vicino: il 2019 si è infatti aperto con l’inaugurazione del nuovo aeroporto Eilat-Ramon, alle porte della località turistica di Eilat, e avrà un notevole impatto sul turismo locale e internazionale verso Israele, con una previsione di 2,25 milioni di passeggeri in transito all’anno e una capacità di crescita stimata fino a 4,25 milioni. È con queste prospettive che sono stati investiti 473,5 milioni di dollari per il progetto, ideato da due fra i più grandi studi di architettura in Israele: Amir Mann-Ami Shinar Architects and Planners e Moshe Tzur Architects & Town Planners Ltd, che hanno proposto un design per valorizzare al meglio la splendida vista sul deserto del Negev.

Allo stand di Israele, presso il Pad. 4, Stand B109 – C108, i visitatori potranno incontrare c orrispondenti israeliani, hotel, catene alberghiere, rappresentanze regionali e compagnie aeree: Amiel Tours LTD, Eternity Travel, G2 Travel, Nazarene Tours, Ofakim Travel and Congress, Secret Gardens Tour, Isram Israel, Fattal Hotels, Prima Hotels, Ibis Hotels, American Colony Hotel, Jerusalem Development Authorithy rappresentata da Interface Tourism Italia, Akko Development Authority, EL AL Linee Aeree Israeliane.

News Correlate